Mostra: 131 - 140 di 150 RISULTATI

Lunedì sbarca sul web “A tutto Gaz”. Ecco il promo

Verrà pubblicata lunedì 20 aprile – su YouTube – la prima puntata della webserie “A tutto Gaz” di Riccardo Gaz. Quattro episodi in cui Riccardo racconta la sua visione delle vita, “ammesso che interessi a qualcuno” ironizza in un post sulla sua pagina Facebook. Il primo episodio – scritto da Riccardo Gaz – è prodotto da “Lab24” e “92100 radio station”. La regia è curata da Antonio Messina.

La Fortitudo centra i Play off, l’avventura continua (Video)

La Fortitudo Moncada Agrigento si impone su Mantova e centra l’accesso ai play off con una gara d’anticipo e mette nei guai i diretti avversari. Gli uomini di Ciani hanno giocato una grande gara casalinga imponendosi per 79 a 54.

Dopo un primo quarto equilibrato, la Fortitudo ha preso il largo nel secondo e soprattutto nel terzo quarto gestendo in scioltezza la parte finale dell’incontro.

Un traguardo importante per lo sport agrigentino e per la squadra, che dopo la partita a Jesi della prossima settimana, giocherà in casa il suo primo appuntamento con i playoff per la serie A1.

Grande soddisfazioni per tutta la squadra e per i tifosi, che hanno partecipato con incredibile entusiasmo ogni minuto di questa entusiasmante partita. Hanno dato il loro contributo in campo anche i due giocatori più giovani, Federico Vai e Andrea Portannese: “ E’ stata Una bella emozione poter giocare oggi – dichiara Vai – e far parte insieme ai miei compagni di questa bellissima festa. Adesso ci prepariamo per la prossima partita con Jesi, importante per il piazzamento finale in classifica.” E Portannese: “Sono contento di avere raggiunto questo traguardo tanto atteso, è stata una grande prestazione da parte tutta la squadra e in difesa si è fatta la differenza.”

Una partita condotta al meglio quindi nonostante i problemi fisici di alcuni dei giocatori: “Vorrei ringraziare il nostro staff medico – dichiara il coach Franco Ciani – perché fino a questa mattina pensavamo che Evangelisti e Williams non potesse giocare a causa di un infortunio subito in settimana, addirittura su Williams eravamo davvero scettici. Invece sono stati messi in grado di tenere il campo entrambi, di questo va dato grande merito al nostro staff.”

E continua: “Va detto che abbiamo certamente sbagliato molti tiri facili però poi con il passare dei minuti siamo riusciti conquistato un vantaggio che ci ha reso tranquilli. Adesso siamo nei playoff e a livello di classifica direi che il sogno è il sesto posto, l’incubo è l’ottavo e oggi tutti e tre i piazzamenti sono possibili. Quindi pensiamo di preparare al meglio la prossima partita con Jesi, perché è importante ma non dobbiamo dimenticare che i playoff non ci danno tanto tempo per prepararci. Noi domenica giochiamo a Jesi, lunedì siamo di ritorno e già giovedì sera si gioca in casa. Quindi anche nella gestione dei carichi di lavoro, considerando che i playoff sono acquisiti, cercheremo di gestire al meglio le nostre energie.”

Il tabellino

AGRIGENTO 79

Vai 3, Evangelisti 4, Williams 20, Chiarastella 11, De Laurentiis 11, Saccaggi 2, Piazza 5, Udom 13, Portannese, Dudzinski 10.

All.: Franco Ciani

MANTOVA 54

Mazic 5, Moraschini 4, Gaddefors 11, Fultz 12, Stanzani, Grande 3, Landi 10, Wojciechoski, Amoroso 9, Maccaferri.

All.: Alberto Morea

Akragas: “colomba indigesta”. Solo un pari con la Tiger

Non è bastato all’Akragas il supporto degli oltre 500 tifosi akragantini partiti alla volta di Capo d’Orlando per battere la Tiger Brolo, trascinata dal suo capitano Vito Lupo, che sicuramente ha qualche conto in sospeso contro la sua ex squadra.

La capolista, complice forse l’illusione di affrontare una squadra imbottita di riserve, manda al vento una preziosa occasione per mantenere le distanze da Agropoli e Rende che giocheranno domani le loro non certo impossibili partite.
Ma il calcio è bello perché può riservare sorprese, a volte dolci, a volte amare.

Eppure Feola lo aveva detto: “guai a pensare di avere già vinto”, non nascondendo qualche timore per l’eccessivo stop a cui è stata costretta la sua squadra dopo la defaillance del Torrecuso.
La gara inizia in salita. La Tiger va subito in vantaggio alla prima occasione con Calabrese che sfrutta un calcio piazzato per beffare, di testa, il portiere D’Alessandro, ex di turno.
L’Akragas capisce che non sarà una gara semplice, la squadra di casa mette in campo rabbia e grinta ed imbriglia la manovra della capolista che, nonostante i tentativi ostruzionistici di capitan Lupo e compagni, potrebbe pareggiare in almeno tre occasioni.
Tiscione prima (in due occasioni consecutive), e Meloni poi, potrebbero riequilibrare il risultato se non trovassero sulla loro strada un motivatissimo Valenti che al 22° para anche un rigore al bomber sardo.
La gara scorre nervosa e ne fa le spese il direttore sportivo biancazzurro Ernesto Russello.
Si va al riposo con i tigrotti in vantaggio, l’Akragas non è quella che t’aspetti.
Nella ripresa arriva il meritato pareggio: è Tiscione a rimettere a posto le cose sfruttando un cross di Trofo. Feola tenta di mischiare le carte, manda in campo Dezai Tresor al posto di Trofo e sposta Emanuele Catania a centrocampo. Poi è la volta di Longoni al posto di Meloni (insufficiente).
Gli uomini di Feola fanno la partita e la Tiger prova a ripartire in contropiede. I tentativi della capolista trovano però sempre pronto l’ex Valenti a sventare ogni pericolo. E se non ci arriva Valenti, sono gli attaccanti biancazzurri a sbagliare mira, così come accade al 37′ a Savanarola che a pochi metri dalla porta manda il pallone alto sulla traversa.
Con il passare dei minuti, l’Akragas tende a svanire e non riesce ad incidere più di tanto.
Finisce così. Il pareggio odierno, rafforza le speranze delle inseguitrici e la capolista dovrà già pensare alle prossime gare. Domenica, potrà sfruttare il turno favorevole (incontrerà l’Orlandina all’Esseneto) per allungare nuovamente nei confronti di almeno una delle due inseguitrici che si affronteranno nello scontro diretto.

TIGER BROLO (4-3-3): Valenti, Perricone, Zingales, Bica Badan, Kouadio, Calabretta, Lupo, Carbonaro, Calabrese, De Emauele, Saani. In panchina: Ballotta, Addamo, Schirò, Cuccia, Patti, Li Muli, Cirianni, Di Senso, Mancari. All. Angelo Galfano (squalificato)

AKRAGAS (4-2-4): D’Alessandro. De Rossi, Dentice, Baiocco, Vindigni, Chiavaro, Tiscione, Trofo, Meloni, Savanarola, Catania. In panchina: Evola, Terminiello, Bonaffini, Longoni, Risolo, Perrone, Dezai, Pellegrino, Napoli. All. Vincenzo Feola

ARBITRO: Luigi Carella, Assistenti Dario Gregorio e Giovanni Mittica tutti della sezione di Bari

NOTE: Ottocento spettatori sugli spalti di cui cinquecento tifosi biancazzurri sistemati sulle tribune del “Ciccino Micale”

RETI: 2′ Calabrese, 48′ Tiscione.

Verso Fortitudo-Mantova. Chiarastella: “Possiamo realizzare un sogno” (Video)

Continuano le ore di allenamento per il roster del coach Franco Ciani, il capitano Albano Chiaratella commenta queste ultime giornate prima della grande partita di domenica: “Già da martedì mattina abbiamo resettato e cancellato la partita di sabato scorso e pensiamo solo a quella di domenica, che è la più importante della nostra stagione. Sappiamo il significato che ha, quindi siamo davvero molto carichi, perché c’è tanto in gioco e speriamo di fare il meglio, qualificandoci per i playoff.

Il bilancio di questa stagione è comunque molto positivo, il nostro primo obiettivo era quello della salvezza e lo abbiamo raggiunto, quindi siamo molto soddisfatti ma cercheremo di fare qualcosina in più vincendo domenica. Sarà una partita diversa, molto combattuta perché Mantova è una squadra di qualità ma noi giochiamo davanti al nostro pubblico che ci darà una carica in più. Abbiamo bisogno di tutti i nostri tifosi perché solo insieme possiamo realizzare questo sogno”.

IL PROMO REALIZZATO DAI GIOCATORI DELLA FORTITUDO

[videofile]http://agrigentoweb.it/wp-content/uploads/11144239_10153727482577542_1034292292_n.mp4[/videofile]

Un tavolo tecnico per Punta bianca

“Finalmente è arrivata la convocazione per un tavolo tecnico riguardante la vicenda di Drasy e di Punta Bianca, che aspettavamo da tempo”.

Lo afferma con soddisfazione, il responsabile dell’associazione ambientalista Mareamico, Claudio Lombardo.

“L’assessore regionale Croce – spiega Lombardo – ha invitato l’Esercito italiano e le Associazioni ambientaliste per il 9 aprile a Palermo alle 11, presso la Presidenza della regione Sicilia.
La riunione è finalizzata ad analizzare le criticità riscontrate a drasy dopo 58 anni di esercitazioni militari e a iniziare a discutere seriamente sull’istanza di istituzione della riserva naturale di Punta bianca e scoglio patella, giacente nei cassetti dell’assessorato da 19 anni: e questo è già un successo!
Ovviamente ringraziamo sinceramente l’Assessore Croce per la sensibilità mostrata nel voler affrontare la spinosa vicenda” conclude Lombardo.

Follow Me!