Serata storta per la Fortitudo Agrigento, Latina vince all’overtime

La Fortitudo Agrigento domina per 35minuti la partita contro Latina, nel finale i padroni di casa con pazienza riescono ad agganciare i biancazzurri e pareggiano. E’ servito un overtime per decretare il vincitore dell’ottava giornata di campionato. Vincono i padroni di casa che si impongono con il punteggio di 94 a 89.

In partita e nel primo periodo di gioco, i biancazzurri fanno subito la voce grossa, tra i più prolifici J Cannon che chiuderà il primo periodo di gioco in doppia cifra, 10 punti per lui. E’ la difesa a mettere i muscoli frenando gli affondi dei padroni di casa. Carlson trova punti, ma Zilli alza il muro e Bell serve palloni giusti. Il primo periodo di gioco si chiude a favore della Fortitudo Agrigento. Nel secondo periodo di gioco Latina prova a recuperare lo svantaggio, Tavernelli serve Lawrence ed inizia la risalita di Latina. La Fortitudo Agrigento spezza il ritmo e lo fa con una tripla di Fontana. Agrigento va a riposo lungo confermando il buon momento ed il vantaggio.

Nel terzo periodo di gioco, la Fortitudo sbaglia poco e niente Evangelisti trova una tripla e Ambrosin punti preziosi. Agrigento prova a scappare via e lo fa con una schiacciata di Jack Zilli. Latina resta aggrappata alle giocate di Tavernelli e torna in partita grazie al solito Lawrence che si porta al momentaneo 50-53. Ci pensa Zilli a portare avanti Agrigento che mette dentro il momentaneo +5. Cassese commette fallo su Bell, due tiri liberi: uno su due per l’americano. Coach Ciani chiama dentro Pepe che cambia Evangelisti. Il canestro arriva però dalle mani di Baldassarre, che subisce fallo e non sbaglia: due su due. Agrigento torna a canestro e lo fa con il solito Cannon e con una “bomba” di Simone Pepe: 54-61.

Ad aprire l’ultimo periodo di gioco ci pensa un canestro di Dimitri Sousa. A rispondergli è Fabi, che porta Latina a – 3 da Agrigento. Torna ai punti Amir Bell, che porta i biancazzurri al momentaneo +5. Cannon è inarrestabile, canestro. Il finale è da brividi, Latina con i canestri di Baldassarre e Lawrence supera Agrigento. Coach Ciani chiama sul parquet il capitano, Marco Evangelisti. Tavernelli serve Allodi che mette dentro il momentaneo + 5. Zilli subisce fallo, dalla lunetta non sbaglia e Agrigento resta agganciata a Latina. Sono ancora i padroni di casa a trovare punti con Lawrence. Zilli va a canestro e si porta a meno 1 dai padroni di casa. Ambrosin subisce fallo, dalla lunetta non sbaglia: due su due e Agrigento torna in vantaggio. Freddezza e precisione per “Lollo” che fa rifiatare la sua squadra. A provarci è ancora Zilli, ma sbaglia. Fabi nel finale commette fallo su Bell: dalla lunetta è due su due. La partita si gioca punto a punto, Evangelisti commette fallo su Tavernelli che dalla lunetta non sbaglia: 82 a 82. E’ overtime.

Nel primo periodo dell’overtime è Baldassarre a commettere fallo su Ambrosin: uno su due per lui. Lawrence serve Cassese che non sbaglia, 89 a 85. E’ Allodi a trovare ancora punti, la Fortitudo “ringhia” con Cannon che schiaccia. Stoppata di Bell, assist di Pepe per Zilli che torna al canestro: 91-89. Latina torna a fare punti con Fabi. E’ Bell che prova a risolverla con una tripla, ma sbaglia. La partita la vince Latina, che nel finale resiste e porta a casa due punti.

Benacquista Assicurazioni Latina – M Rinnovabili Agrigento 94-89 (14-22, 25-20, 16-19, 27-21, 12-7)

Benacquista Assicurazioni Latina: Andrew Lawrence 26 (4/8, 5/6), Agustin Fabi 20 (4/7, 2/9), Michael Carlson 15 (2/4, 3/10), Patrick Baldassarre 12 (3/3, 1/4), Riccardo Tavernelli 9 (2/3, 0/3), Giovanni Allodi 7 (3/6, 0/1), Alessandro Cassese 5 (1/2, 1/5), Giorgio Di bonaventura 0 (0/0, 0/2), Matteo Di prospero 0 (0/0, 0/0), Tarik Hajrovic 0 (0/0, 0/0), Matija Jovovic 0 (0/0, 0/0), Matteo Ambrosin 0 (0/0, 0/0). All Gramenzi

Tiri liberi: 20 / 26 – Rimbalzi: 34 9 + 25 (Michael Carlson 12) – Assist: 16 (Riccardo Tavernelli 9)

M Rinnovabili Agrigento: Jalen Cannon 32 (13/18, 0/1), Giacomo Zilli 17 (6/10, 0/0), Amir Bell 14 (5/9, 0/3), Lorenzo Ambrosin 8 (1/3, 1/5), Simone Pepe 6 (0/2, 2/6), Dimitri Sousa 6 (2/3, 0/1), Marco Evangelisti 3 (0/2, 0/5), Edoardo Fontana 3 (0/1, 1/2), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/1), Paolo Nicoloso 0 (0/0, 0/0). All Ciani, ass Dicensi, Ferlisi

Tiri liberi: 23 / 27 – Rimbalzi: 40 11 + 29 (Giacomo Zilli 10) – Assist: 13 (Amir Bell 5)

Franco Ciani: “Abbiamo dominato per 35 minuti ma non siamo riusciti a portare a casa la partita. Complimenti a Latina che è riuscita a non mollare male. Non puoi perdere una partita quando mancano due secondi alla fine e sei avanti di tre punti. Supplementare? Emotivamente eravamo convinti di vincere la partita, non siamo stati lucidi nel finale. Abbiamo sbagliato delle situazioni facili. Per quello che riguarda la storia degli ultimi minuti Latina ha vinto meritatamente”.