Come costituire una srl: quali sono i passaggi importanti da effettuare

Innanzitutto prima di procedere al lato pratico del come fare a costituire una SRL, vediamo insieme come è possibile definire questa tipologia d’impresa. La società SRL si tratta di una società di capitali con obblighi che spettano all’impresa; in caso di disguidi finanziari, qualora ci fosse la necessità di dover rispondere di eventuali debiti, esiste solo il patrimonio dell’azienda, mentre i soci, proprio in virtù della responsabilità limitata, non necessariamente si troveranno a dover metter mano a capitali e a beni personali per poter pagare le somme dovute a persone e/o aziende con cui ci si trova a dover intrattenere rapporti lavorativi e ai quali non sono stati corrisposti i versamenti pattuiti, per quanto riguarda stipendi e fatture, per eventuali forniture. Inoltre, prima di costituire una società SRL bisognerà valutare di che tipo di SRL si adatta al meglio a quelle che sono le nostre necessità; per farlo, oltre che informarsi in prima persona, esistono delle di consulenza che possono studiare il caso specifico, offrire una soluzione mirata e occuparsi del disbrigo delle pratiche burocratiche, come, ad esempio, LexDo.it. Le SRL possono essere ordinarie o semplificate, a seconda degli elementi su cui s’incentra la fondazione dell’impresa. La società a responsabilità limitata prevede la costituzione attraverso un contratto o un atto unilaterale da far redigere obbligatoriamente dal notaio. Prima di rivolgersi al professionista è bene decidere le caratteristiche della propria impresa, così da valutare al meglio, la forma più adatta alle necessità. In aggiunta, è bene tenere a mente che prima di scegliere quale tipologia di SRL costituire (se il metodo tradizionale o quello semplificato) si dovrà stabilire quale tipo di assetto societario sia necessario ai fini dell’impresa (ovvero, se la suddetta SRL possegga un solo titolare o più soci). Una volta stabilita l’entità dell’impresa, il passo successivo dovrà essere quello di mettere a disposizione un capitale sociale di partenza, da versare all’amministratore, quindi alla società di cui lui sarà responsabile. Infine si prevede la tipologia di attività da svolgere.

Quale società conviene aprire.

Come prima accennato, la scelta importante e quella che apporta numerosi dubbi, è soprattutto qual è la società che conviene aprire, rispetto ad altre e qual è la forma giuridica che questa società dovrà assumere; ma spieghiamo meglio cosa vuol significare tutto questo. In sostanza, si dovrà capire se si lavorerà singolarmente ( aprendo una ditta individuale) o, come ho detto in precedenza, se nell’impresa ci saranno più soci. Molti imprenditori, quando si parla di forma giuridica, non sanno scegliere quella più adatta per iniziare. I motivi possono essere molteplici: non hanno contezza dei rischi a cui vanno incontro o non conoscono le differenze tra le varie forme giuridiche. I fattori che determinano la scelta possono essere legati ad alcuni fattori come ad esempio la dimensione dell’impresa da fondare, il grado di rischio e il capitale necessario di cui si dispone. In effetti, non esiste un modello di società più conveniente rispetto alle altre, ma la scelta va effettuata considerando una serie di fattori che cambiano a seconda dei limiti dimensionali dell’impresa, delle risorse dell’imprenditore, delle finalità e della struttura di cui si avvale. La scelta del tipo di società e la successiva valutazione circa la convenienza, va fatta in relazione alla tipologia del progetto imprenditoriale che si vuole andare a costituire e al tipo di scenario che si vuole realizzare nel corso della creazione dell’attività; ed è per questo che è altrettanto importante effettuare un’attenta valutazione dei pro e dei contro di ogni possibile alternativa insieme ad un consulente di fiducia che possa consigliarci nel migliore dei modi. Quindi, si potrà scegliere se optare per una società di persone (SS, SNC, SAS) oppure, per una società di capitali (SRL,SPA,SAPA) o per una società cooperativa.

Come aprire una SRL unipersonale: le cose fondamentali da sapere.

La SRL Unipersonale è un particolare tipo di società dove il socio è un’unica persona e anche nel caso in cui i capitali per la creazione della società arrivino da più parti è possibile ricondurli allo stesso individuo. All’interno del panorama giuridico, la SRL Unipersonale semplificata è un caso anomalo, ma allo stesso tempo abbastanza utilizzato dagli imprenditori perché limita il rischio aziendale e inoltre offre il pieno controllo dell’impresa. La SRL Unipersonale è il primo caso di società a responsabilità limitate sul capitale sociale ad avere un unico socio. Per poter dar vita a una SRL Unipersonale basta un atto pubblico, anche unilaterale. Quali sono i costi? Vediamolo insieme. La SRL unipersonale ha dei costi fissi molto più bassi rispetto agli altri tipi di società: non è prevista commissione al notaio; è esente dal diritto di bollo e di segreteria; deve pagare la tassa di concessione governativa. Per quanto riguarda il come aprire la suddetta società, basterà semplicemente emettere un atto pubblico; le uniche regole da rispettare sono il tetto massimo e il versamento in un’unica soluzione del capitale sociale.