FI: viaggia su Twitter rivolta Club Forza Silvio contro Gibiino

Se il PD è in crisi ed il segretario regionale Raciti medita di far annullare le primarie della coalizione “Agrigento 2020”, Forza Italia non sta certo meglio.

Dopo la decisione del senatore Vincenzo Gibiino, coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia, di procedere a una nomina che riguarda le comunità azzurre, si è scatenata una vera e propria rivolta lanciata su Twitter dai Club Forza Silvio di tutta l’Italia. Il coordinamento regionale di Forza Italia, infatti, ha accolto Costanza Castello con la funzione di vice coordinatore regionale.

Ma la ribellione sulla rete monta. Creati gli hashtag #giu’lemanidaiclub, #bastavecchiapolitica, #bastapoltrone e #stopvecchiapolitica. “Chi rappresenta i Club – scrive sul social network Caludia Regoli, coordinatrice dei Club Forza Silvio delle Marche – lo decidono i Club e l’Ufficio nazionale. #giu’lemanidaiclub”.

“Lo spirito di servizio verso la propria comunità è il valore dei Club. #bastavecchiapolitica”, cinguetta il coordinatore regionale delle comunita’ azzurre in Friuli Venezia Giulia, Stefano Balloch. Presa di posizione netta anche dai vertice regionali dei Club della Sicilia. “Noi vogliamo costruire a partire dai valori di solidarietà, spirito di servizio e volontariato. #stopvecchiapolitica”, scrive su Twitter il neo coordinatore regionale Rosario Rugnone.

Gli fa eco il vice Giuseppe Munao’: “Ogni giorno al lavoro con umiltà, serietà, onestà, al servizio della nostra comunità #giu’lemanidaiclub”. Un cinguettio contro la scelta di Gibiino anche dalla presidente del Club Forza Silvio di Ragusa, Valentina Spadaro: “Solidarietà, volontariato, gratuità e spirito di servizio, questa è l’opera quotidiana dei Club #bastapoltrone”. Contro la nomina del coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia anche i responsabili dei Club della Calabria, Pietro Spizzirri (“Il nostro spirito di solidarietà al servizio dei cittadini ogni giorno #giu’lemanidaiclub”) e della Toscana, Lorenzo Alessandrini (“La nostra presenza sul territorio contro ogni logica della vecchia politica #bastapoltrone”).