Lo chef licatese Peppe Bonsignore tra i migliore 35 Chef emergenti d’Italia

Ancora riconoscimenti per lo Peppe Bonsignore, Chef dell’”Oste e il Sacrestano di Licata”. La rivista “Gambero Rosso” di aprile lo inserisce tra i migliori trentacinque Chef emergenti d’Italia, un riconoscimento ulteriore ad anni di lavoro e sacrifici nel piccolo ristorante sito dentro la vecchia Marina di Licata. La notizia fa ancora più scalpore se si pensi che la famosa rivista, vera Bibbia dei Gourmet di tutta Italia, menziona solo due siciliani, Bonsignore di Licata e Dario Di Liberto di Ragusa.

Lo chef licatese Peppe Bonsignore
Lo chef licatese Peppe Bonsignore
Il titolo dell’articolo è eloquente :” Saranno Famosi” alludendo ai trentacinque giovani Chef che in tutta Italia si stanno ritagliando un posto d’onore nell’olimpo degli Chef. L’incipit dell’articolo recita così : “I giovani cuochi che puntano al futuro. Coraggiosi e grintosi, sognatori dai piedi ben piantati a terra, curiosi e affamati (di novità ed esperienze): viaggio alla scoperta delle giovani, giovanissime (e ancora sconosciute) leve della ristorazione italiana. Cuochi viaggiatori ed eclettici che scrivono il futuro della cucina italiana senza mai dimenticare le proprie radici, e il ragù della mamma”. Giuseppe Bonsignore, titolare assieme alla moglie Chiara, dell’Oste e il Sacrestano dal 1998, ha ottenuto negli anni decine di riconoscimenti, fino all’ottenimento, per il suo caratteristico locale, della seconda forchetta del Gambero Rosso. Un punto di partenza, non certo di arrivo, per un giovane cuoco che ha scelto di tornare a Licata dopo anni passati a Firenze, per dare vita ad un sogno…”l’Oste e il Sacrestano”.