Da Confcommercio Agrigento le priorità per il rilancio dell’economia

Oggi a Roma, nella sede confederale, l’Ufficio Studi Confcommercio è stata presentata un’analisi sull’evoluzione negli ultimi dieci anni delle attività commerciali, turistiche e dei servizi nei centri storici e nelle periferie.

Come l’evoluzione delle attività commerciali, turistiche e dei servizi ha cambiato il volto delle città, dai centri storici alle periferie, negli ultimi 10 anni, il ruolo del commercio ambulante e le proposte per riqualificare i centri urbani e scongiurare il rischio di desertificazione commerciale. Questi i principali temi al centro di un’analisi dell’Ufficio Studi di Confcommercio realizzata su 120 città (tutti i capoluoghi di provincia più 10 comuni di media dimensione) illustrati a Roma oggi 6 marzo nel corso di una conferenza stampa nella sede confederale.C

“Il rilancio del centro storico di Agrigento deve passare necessariamente dal recupero della Via Atenea – afferma Picarella- i dati dell’osservatorio permanente di Confcommercio, dicono di una forte fuga dal centro storico di quasi tutti gli insediamenti produttivi.

Per questo occorre cominciare a pensare ad un’economia urbana sostenibile che faccia fronte alla fuga di cervelli. Riqualificazione urbana e servizi sono condizioni essenziali per ripartire e avviare una nuova economia dei centri storici”.