Palma di Montechiaro conferisce la cittadinanza onoraria a Gioacchino Lanza Tomasi

Palma di Montechiaro conferirà la cittadinanza onoraria a Gioacchino Lanza Tomasi.

La finalità dell’iniziativa è quella di creare un legame tra il paese e i discendenti di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

L’idea del figlio adottivo dell’autore de “Il Gattopardo” è di creare nel monastero delle benedettine del paese, un centro di restauro di opere d’arte e rilanciare la produzione dei biscotti ricci, nel tentativo di dare uno slancio all’economia del paese.

Il monastero delle benedettine diventerebbe il volano di un’economia in un paese da cui molti emigrano per mancanza di lavoro ed i negozi chiudono.

Quest’anno ricorre il 60° anniversario da quando il Gattopardo è stato pubblicato da Feltrinelli. La casa editrice non ha pensato a nessuna iniziativa, nonostante il ritorno economico derivante dal successo del romanzo, perché – secondo quanto sostiene lo stesso Giocchino Lanza Tomasi – il romanzo si ispirerebbe a principi “di destra” contrari agli orientamenti politici della Feltrinelli. A celebrare l’anniversario hanno pensato gli organizzatori di un simposio letterario all’università di Melbourne grazie alla collaborazione di altre università”.

Al simposio hanno partecipato importanti relatori provenienti da tutto il mondo, selezionati da un’apposita commissione, tra cui la professoressa Laura Sanfilippo, Dirigente scolastico dell’I.C. “Tomasi di Lampedusa” di Palma di Montechiaro – luogo che ha segnato profondamente la vita del romanziere – nonché di ideatrice e organizzatrice del concorso internazionale per le scuole italiane ed estere su “Tomasi di Lampedusa, letteratura, arte e musica”, e nella qualità di docente di Didattica dell’Italiano, Lingua I e Lingua II presso l’università Kore di Enna.

Laura Sanfilippo

“Nel corso della mia attività di dirigente scolastico di un istituto che porta il nome di Tomasi di Lampedusa – spiega Laura Sanfilippo -, ho lavorato per ricucire il legame tra i Tomasi e Palma di Montechiaro. Il 17 maggio 2013, su mio invito, mi venne a trovare il professore Gioacchino Lanza Tomasi, (figlio adottivo dell’autore del Gattopardo, n.d.r.). Oggi, con il conferimento della cittadinanza onoraria, si chiude la prima parte di questo percorso che, ci auguriamo, abbia una ricaduta sul territorio in termini culturali ed economici. Il concorso di letteratura e musica che dirigo dal 2013, aperto a tutte le scuole italiane e ad altre realtà, come artisti, musicisti, letterati, potrebbe rivelarsi parte fondante di una rinascita di Palma di Montechiaro. Un altro passo importante che sto tentando di fare, è quello di rilanciare il parco letterario a Palma di Montechiaro che a causa di una politica non lungimirante attuata negli anni, era stato totalmente abbandonato” conclude Laura Sanfilippo.

La cerimonia si svolgerà domani, sabato 15 dicembre 2018, alle ore 11,00 presso il Palazzo Ducale di Palma di Montechiaro.