Nuovi collegamenti aerei da e per Lampedusa

Si arricchisce la programmazione dei voli anche dall’aeroporto di Comiso.

Da giugno, infatti, partiranno i part-charter fra lo scalo siciliano e gli aeroporti di Bergamo e Parma, che saranno operati da Mistral Air (attraverso Air Partner, società inglese quotata alla Borsa di Londra) per conto del tour operator Tourgest-Officine del Turismo.

Al via quindi le operazioni dal 28 maggio prossimo che dureranno fino alla seconda settimana di ottobre. Su entrambe le rotte sarà impiegato un Boeing 737/400 – 170 posti, che fa parte della flotta MistralAir e in collaborazione con Air Partner. Le tariffe avranno un costo a partire da 19,00 euro a tratta, bagaglio incluso e tasse escluse, sui voli tra Bergamo e Comiso, e a partire da 39,00 euro a tratta, bagaglio incluso e tasse escluse, sui voli tra Bergamo e Lampedusa. I voli potranno essere acquistati attraverso le agenzie di viaggio, la biglietteria degli aeroporti, o attraverso il sito Tourgest. Va aggiunto, che il nuovo collegamento con Comiso insieme ai pacchetti turistici che saranno offerti includendo il volo, costituisce un apprezzabile incremento delle opportunità di vacanze nelle località di mare italiane, verso le quali si registra un crescente interesse a conferma di un ritorno del turismo nazionale.

Lilli Porretto, amministratore di Tourgest, sottolinea la volontà di “replicare l’usuale modello di business, individuando quelle zone che necessitano di sviluppo turistico, riuscendo a fornire servizi puntuali e di alta qualità, supportati dalla collaborazione con Mistral Air tramite Air Partner”. Toti Porretto, direttore marketing di Tourgest, punta l’attenzione sulla bellezza intrinseca dei luoghi collegati con volo diretto, che consentono di proporre ai viaggiatori arte e natura al di là dell’ordinario,.

Toti Porretto ha anche presentato la rivista “Isola&Isole”, pubblicata dalla Tourgest e diretta dal giornalista Elio Desiderio, che sarà distribuita gratuitamente negli aeroporti italiani e a bordo dei voli della società. Soddisfatto della operazione commerciale il sindaco di Comiso, Filippo Spataro: “si capisce – ha detto il sindaco – quando c’è una buona idea e quella presentata da TourgesT lo è e porterà vantaggi, sia a chi l’ha proposta che a chi l’ha accolta. A trarre benefici da questi voli saranno anche tutte le zone limitrofe a Comiso”.

Quello dei collegamenti dal nord con Comiso, aprono di fatto una nuova opportunità per tutte le località turistiche che fino ad oggi hanno trovato difficoltà enormi per via della mancanza di voli dedicati. Alla notizia dei nuovi collegamenti, infatti, sono già molte le strutture alberghiere che contattando la Tourgest e l’aeroporto di Comiso, stanno finalmente riuscendo a programmare e proporre dei pacchetti settimanali per le zone che arrivano persino ad Agrigento dal momento che in meno di un’ora e mezza, è possibile coprire il tratto di strada da Comiso alla città dei templi. Si tratta in effetti di una novità eclatante che se curata bene, potrà portare nuova linfa alle strutture che si trovano nel raggio operativo dell’aeroporto di Comiso, un aeroporto giovane che ha tanta voglia di crescere e di dare quel servizio essenziale che porta lavoro in zone fino ad ora tenute all’ombra. “Il turismo è la nostra salvezza – ha detto Toti Porretto – e non possiamo rimanere inermi e rimanere legati alle solite logiche commerciali; è giusto osare ed è sacrosanto portare turisti con gli aerei anche in quelle zone della Sicilia che fino ad oggi sono state per motivi soprattutto geografici, più penalizzate. Si tratta di zone meravigliose, pronte ad essere visitate da migliaia di turisti che da questo momento possono raggiungerle più agevolmente”.