“Confessioni di un burattino senza fili”, sabato e domenica alla “Posta Vecchia”

Ritorna ad Agrigento, al Teatro della Posta Vecchia, lo spettacolo “Confessioni di un burattino senza fili”, scritto da Luca Gaeta e Salvatore Rancatore, interpretato da Salvatore Rancatore con musiche originali suonate dal vivo ed arrangiante dal compositore Gelando Accurso Tagano.
Il sipario si alzerà nei giorni 21 Novembre 2015 ore 21.00 e 22 Novembre ore 18:00 presso il Teatro della Posta Vecchia, salita Gambertoni, 13 – Agrigento.

La rappresentazione vede sul palco Salvatore Rancatore, accompagnato dal vivo dal musicista Gerlando Accurso Tagano. Un monologo, in stile stand-up comedy, dedicato alla profonda ed incessante ricerca del senso della vita.

SINOSSI
Un attore in scena. Una confessione. Una chitarra e un musicista. La vita dell’artista e dell’attore diventa un’avventura, diversa e parallela a quella di Pinocchio che viene preso come pretesto archetipico di chi “lasciandosi vivere” approda in una fase della vita ad una trasformazione.Lasciare una vita per vivere un’altra, uccidere una vita e rinascere. Questo porterà alla confessione di un duplice peccato: vivere e sognare. Come un funambolo sospeso tra due grattacieli, l’attore prende per mano lo spettatore e lo porta, col sorriso, sul filo. Scegliere di sublimare la vita normale, essere una luce che disegna nel buio, scegliere di vivere senza fili fino al punto estremo in cui s’incrociano gli errori, perché in questa storia tutto è come non dovrebbe essere.
Aspettate di vedere l’inizio e capirete. per info e prenotazioni 0922/26737.