Esseneto, lavori in corso. Spataro chiede celerità

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa a firma del Presidente della Commissione V “Pubblica Istruzione, Cultura, Sport, Turismo e spettacolo”, dott. Pasquale Spataro sul sopralluogo effettuato nella giornata di martedì pomeriggio allo stadio Esseneto. 

“La Commissione Consiliare V “Pubblica Istruzione, Cultura, Sport, Turismo e spettacolo”, presieduta da Pasquale Spataro, e composta dai consiglieri Giovanni Civiltà, Alessandro Sollano, Angela Galvano e Maria Grazia Fantauzzo, – si legge nella nota – comunica che in data odierna, si è tenuto un sopralluogo presso lo Stadio Esseneto, al fine di verificare lo stato di avanzamento dei lavori di riammodernamento.
Il Presidente manifesta grande soddisfazione per il lavoro svolto dalla Commissione, che ha sollecitato l’Amministrazione e gli Uffici competenti per il completamento dei lavori necessari.
Si segnala, infatti, che già in data 31 agosto 2015, la Commissione ha svolto un primo sopralluogo, che aveva evidenziato un ritardo nell’esecuzione dei lavori.
Oggi, a distanza di una settimana, la società appaltatrice ha cominciato i lavori e si ha maggiore contezza sui tempi di conclusione degli stessi.
Questa Commissione, pur sottolineando l’importante impegno profuso dall’Amministrazione, chiede un ulteriore sforzo a tutti gli attori di questa vicenda.
In particolare:
1) si invita l’Amministrazione ad incrementare il numero degli operai che si stanno occupando del completamento della Tribuna stampa attraverso l’assegnazione temporanea di personale proveniente da altri uffici;
2) modificare le modalità di attestazione di presenza degli operai impegnati. Oggi gli operai impiegati firmano la loro presenza attraverso il badge presso il Palazzo di città. Tale operazione fa sì che i lavori iniziano con un ritardo, che può essere, superato, attraverso l’attestazione della presenza direttamente allo stadio Esseneto da parte di un Funzionario competente;
3) si invita la società appaltatrice ad impiegare il maggior numero possibile di personale, e di lavorare, almeno, nella giornata di sabato.
La Commissione continuerà nella sua opera di controllo e indirizzo, ed esaurirà l’argomento solo quanto la Lega fornirà il nulla osta.
Mancano 17 giorni all’ultima data utile affinché la Lega attesti l’idoneità, e niente deve essere lasciato al caso”.