Tassa di soggiorno. Cicero: “Destinare il 20% agli hotels”

Palermo fa scuola sulla tassa di soggiorno. Ad Agrigento, dove ancora imperversa il dibattito tra l’Amministrazione e gli operatori turistici, il consigliere comunale del PdR, Antonio Cicero, ha presentato in Consiglio un emendamento sulla tanto discussa imposta.
“Prendendo spunto da quanto già stabilito dal Comune di Palermo – ha detto Cicero – ho ritenuto opportuno di coinvolgere tutti gli addetti ai lavori. La mia proposta è quella di reinvestire il 20% degli introiti dell’imposta comunale di soggiorno in favore di chi gestisce le strutture ricettive, defiscalizzando gli imprenditori nella misura del 10% su tasse e oneri vari e utilizzando il restante 10% per interventi di miglioramento delle stesse strutture ricettive. Ritengo pertanto utile – conclude Cicero – la condivisione di tale proposta con le categorie che operano nel settore turistico al fine di trovare unità d’intenti nel comune interesse per lo sviluppo e la rinascita economica della città”.