Sicilia. Crocetta: “Termini Imerese e Gela da rilanciare”

Palermo, 6 giu. 2014. Dura presa di posizione del presidente Crocetta sia su Termini Imerese che su Gela.

Negli incontri romani di Ieri con il sottosegretario Delrio e il viceministro De Vincenti, il presidente ha affrontato specificamente la questione riguardante Termini, Gela e la Keller, ovvero la questione complessiva dei siti industriali siciliani che devono essere rilanciati. Non si tratta per il presidente di continuare a “sopravvivere” ma di rilanciare veri progetti industriali per il territorio. Il progetto Termini comincia a trovare attuazione con la convocazione del tavolo per gli investimenti che si terrá il 26 giugno prossimo, al quale saranno presenti anche le 2 ditte importanti, una del settore automobilistico e una della bioenergia. Si tratta di investimenti concreti e non di chiacchiere.

Su Gela il presidente ha manifestato a Delrio le difficoltà legate alla questione del pet coke, che va risolta in modo definitivo, senza interruzione di attività produttive e contribuendo al rilancio di un progetto definitivo che potenzi gli strumenti a difesa dell’ambiente e rafforzi le produzioni.

“La prossima settimana – ha detto Crocetta – convocherò le organizzazioni sindacali confederali in presenza dei sindacati del territorio, per presentare le proposte del governo regionale in materia, ma voglio rassicurarli soprattutto del grande lavoro che sta facendo il governo nazionale, in particolare con Delrio e De Vincenti, a difesa dei siti industriali siciliani. La Regione Siciliana e il governo nazionale non intendono assecondare i piani di smobilizzo”.