Iniziativa del Kiwanis Club di Canicattì

Mercoledì 13 novembre, nel piazzale omonimo, ha avuto luogo la commemorazione dei caduti di Nassiriya organizzata dal club Kiwanis con il patrocinio del Comune di Canicattì. Dieci anni fa, esattamente il 12 novembre 2003, in quel lontano presidio un’auto bomba riusciva a superare le difese esterne provocando la morte di 19 italiani dei quali 17 militari (12 carabinieri) e 2 civili, oltre a 9 iracheni e 58 feriti. I nostri connazionali si trovavano in Iraq nel quadro di una missione internazionale di pace per riportare l’ordine e la legalità dopo la caduta del regime di Saddam Houssein.
Alla cerimonia hanno partecipato il Sindaco rag, Vincenzo Corbo, l’Assessore alla Cultura Dott.ssa Cecilia Acquisto e altre autorità comunali, il comandante della compagnia Carabinieri cap. Salvatore Menta, il comandante della tenenza della Guardia di Finanza ten. Giorgio Punzi, il Commissario di P.S. Dott. Valerio Saitta, il Sig. Leonardo Di Stefano in rappresentanza dell’Associazione combattentistica e d’armi, don Giuseppe Argento parroco di Santa Chiara. Per il Kiwanis erano presenti il Rag. Gaetano Martorana, Luogotenente Governatore della Divisione Sicilia 6 del Kiwanis Distretto Italia San Marino, il Luogotenente Governatore Eletto Geom. Vincenzo Comparato, i rappresentanti del Kiwanis Club Parnaso, i soci del Kiwanis club di Canicattì. Erano anche presenti il rag. Diego Argento, Presidente del Rotary club, il dott. Pietro Saia Presidente del Lions club Castel Bonanno, oltre a numerose scolaresche locali, accompagnate da docenti e dirigenti scolastici.
La manifestazione è stata introdotta dalla Prof.ssa Rosalba Fiduccia, past Luogotenente Governatore e cerimoniere del club, la quale, subito dopo i saluti iniziali, (penso manchi qualcosa, ho aggiunto io) e l’ascolto dell’inno nazionale, ha invitato i presenti a recarsi nei pressi della lapide sulla quale sono stati incisi i nomi dei 19 caduti a perenne ricordo del loro sacrificio. La lapide è stata scoperta dal cap. Menta ed è stata benedetta da Don Giuseppe Argento.
Subito dopo ha preso la parola il Presidente del Kiwanis club, Ins. Mariapia Dalacchi, la quale con voce vibrante ed emozionata ha ricordato il triste evento, ha ringraziato le Forze dell’Ordine per il loro diuturno lavoro e, dopo aver sottolineato i valori di cui è portatore il Kiwanis, ha esortato le scolaresche a seguire la via della rettitudine e dell’impegno sociale.
E’ stata la volta del Sindaco il quale ha commemorato l’evento di dieci anni fa esprimendo grande apprezzamento per l’impegno delle Forze armate sia all’estero che in Italia.
Nel suo intervento don Giuseppe Argento ha ricordato come i nostri soldati si trovavano in Iraq in missione di pace, ma che le opere di pace si possono e si devono svolgere anche sul nostro territorio, anche nel piccolo, anche nel quotidiano. Tutti dobbiamo impegnarci ad essere costruttori di pace.
Il cap. Menta dopo aver sottolineato l’orgoglio di essere italiani, ha dato lettura dei nomi di ogni singolo caduto, chiudendo con il messaggio del Presidente della Repubblica per la ricorrenza.
Le conclusioni sono state affidate al Luogotenente Governatore della Divisione Sicilia 6, Rag. Gaetano Martorana.
La cerimonia si è conclusa con un corteo che ha deposto una corona di alloro sulla stele, a suo tempo anch’essa eretta a cura del club, e con un momento di raccoglimento sulle note del silenzio.