Sagra ko, l’Opposizione: “Il Comune non aderisce al bando della Regione”

“Il Comune di Agrigento non ha aderito all’apposito bando, già tabella H, per accedere ai contributi, e quindi dalla Regione verso Agrigento non viaggerà un solo euro a favore della Sagra del Mandorlo in fiore”.
Così annunciano con rammarico e stupore i Consiglieri comunali di Agrigento Giovanni Civiltà, Simone Gramaglia, Alessandro Patti, Cinzia Puleri, Luca Spinnato, Alessandro Sollano e Alfonso Mirotta, Gianluca Urso che affermano : “congratulazioni al sindaco Zambuto e al suo staff. Non è stata presentata alcuna istanza per aderire al bando della Regione che finanzia gli eventi storici come la Sagra. Però Zambuto è giustificabile : il sindaco è stato troppo impegnato a ritagliarsi il suo spazio personale di visibilità politica ed elettorale, prima aderendo al Partito Democratico e poi ricomponendo la Giunta, riservando alla sua Udc lo stesso trattamento usato con tanti altri amici e forze politiche che hanno sostenuto la sua candidatura. Agrigento, per colpa dell’ inerzia del sindaco, rinuncia ad un’ altra occasione : il finanziamento per la Sagra del Mandorlo in fiore che verrà finanziata con i soldi del comune o dell’Ente parco archeologico che potevano servire per altre attività. A questo punto l’interrogativo che ci poniamo è : forse non si è partecipato al bando della regione per evitare poi di presentare rendiconti errati come quello del 2011 che ha portato alla revoca del finanziamento ? Recentemente, anche per il bando dei “Cantieri lavoro” predisposto dall’ assessore Bonafede non si è presentato nessun progetto. E per tanti altri bandi la sorte è stata la stessa : il Comune di Agrigento assente. Zambuto tra meno di due mesi piangerà miseria: “per la Sagra mancano i soldi”. E punterà il dito contro qualche parlamentare agrigentino reo di trascurare Agrigento. E’ il metodo Zambuto, ormai conosciuto e sventato come il metodo Boffo. Gli agrigentini sono ormai immuni e vaccinati. Ed il pianto di Zambuto farà soltanto ridere”. A giorni chiederemo la convocazione di un consiglio comunale per affrontare l’argomento sagra e valutare tutte le proposte possibili per salvare e rilanciare la manifestazione .

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow Me!