Agrigento, venerdì a San Calogero il ricordo di Paolo Ciotta

Per 60 anni è stato l’anima dell’Azione Cattolica nella diocesi di Agrigento. Non c’è parroco che a distanza di 10 anni dalla sua morte non ricorda Paolo Ciotta che si prodigò per la diffusione dell’Azione Cattolica in tutte le parrocchie, secondo il desiderio espresso dall’Arcivescovo Peruzzo, tanto che raggiunse quasi 20 mila tesserati. Una cifra davvero impressionante.
Paolo Ciotta sarà ricordato Venerdì prossimo nel Santuario di San Calogero in Agrigento con una cerimonia in cui l’on.le Lillo Pumilia, attuale Sindaco di Caltabellotta, e il prof. Enzo Di Natali presenteranno sia la figura storica di Paolo Ciotta impegnato nell’Azione Cattolica sia l’attualità del suo pensiero. Questo incontro, segue ai due precedenti che sono stati recentemente realizzati a Campobello di Licata, sua città natale, e che hanno visto gli interventi del dottor Luigi Ruoppolo e della prof.ssa Nicoletta Averna.
Paolo Ciotta, oltre ad aver per molti anni assunto la guida della prestigiosa associazione laicale, è stato Sindaco di Agrigento negli anni Settanta lasciando un bel ricordo soprattutto per la sua correttezza morale per il bene della collettività. Inoltre, è stato preside in diverse scuole, tra cui Santa Elisabetta dove ha lasciato un ottimo ricordo.
A distanza di tempo sono molti professionisti che ricordano Paolo Ciotta come loro maestro di vita e di spiritualità, segno di una vita trascorsa all’insegno della preghiera, della meditazione e dell’apostolato, secondo le direttive della Chiesa locale.
L’iniziativa di ricordare Paolo Ciotta è stata dalla Rivista Oltre il Muro, unitamente all’Azione Cattolica, il settimanale L’Amico del popolo e l’Ufficio Cultura della Diocesi.