Grande successo per “Storia della musica”, un weekend di emozioni con le storiche band agrigentine

E’ stato un weekend di grandi emozioni: Favara e’ tornata ad ospitare un evento davvero speciale, “Storia della Musica”. Sabato e domenica il Palasport Giglia si e’ trasformato in un tempio della musica. Dopo il grande successo del 2012, la straordinaria kermesse quest’anno e’ stata ancora più spettacolare con la partecipazione di gruppi da tutta la provincia. A presentare il grande evento il conduttore televisivo Salvatore Fazio e la speaker radiofonica Miriam Di Rosa.

La manifestazione e’ stata organizzata da Accademia Palladium, il Sestante e Comune di Favara. Sul grande palco allestito per l’evento si sono esibite le icone della musica a partire dagli anni Sessanta e Settanta. Si sono rivissuti momenti di musica di un tempo con il ritorno di vecchi gruppi, che si sono ricomposti per l’occasione, chiamati a esibirsi rievocando suggestivi ricordi e straordinarie emozioni. La seconda edizione si e’ svolta con l’alto spessore culturale musicale per cui si era già fatta notare. Questo anche grazie alla preziosa collaborazione del sindaco Sasà Manganella, grande appassionato di cultura musicale: “Il sindaco – spiega il patron dell’evento, Pino Minio, direttore generale della Palladium – tanto si è speso nel reperire con alcuni sponsor i fondi”. Dopo lo straordinario successo dello scorso anno, non poteva mancare anche la seconda edizione della mostra fotografica “Storia della Musica. Cento scatti per non dimenticare”. Esposte foto di gruppi e artisti che hanno fatto la storia della musica della provincia di Agrigento.
Appuntamento al castello Chiaramonte di Favara fino a mercoledì 9 ottobre 2013. La mostra organizzata dalla Palladium ripercorre la storia della cultura musicale dagli Anni ‘50 e ‘60 sino ai nostri giorni. L’evento quest’anno si e’ arricchito anche di un terzo concerto: “Aspettando Storia della Musica”: protagonista la “storia musicale di domani”. Si sono esibiti infatti i piccoli artisti di: Centro dimensione Danza, Accademia Palladium, Sirius, Le Muse, Accademia Free Melody e altri gruppi emergenti. Sabato sera e domenica sera invece i due grandi spettacoli di “Storia della Musica”. Sul palco anche Gai Bennici.
Si sono esibite tante band e artisti storici tra cui: Carpe diem, New Caravan, Friday Group, Gaspare Contino, Gli Squali, Lia Minio, New Sicily, Ciclo 22, Andromeda, Anonymous, Le Onde. Molti degli artisti sono rientrati per l’occasione dall’estero.
Il pubblico entusiasta ed emozionato, i consensi della critica, i fiumi di applausi e il coinvolgimento scatenato tra le band e i giovani, hanno confermato che l’impegno ha raggiunto perfettamente l’obiettivo. “L’evento – spiega il patron di Storia della Musica, Pino Minio, direttore generale dell’Accademia Palladium – ha rilanciato la cultura musicale storica del nostro territorio e dato spazio anche alle nuove generazioni attraverso gli spettacoli delle band emergenti”. Minio ha aggiunto: “Voleva essere un incontro di arte musicale tra artisti di diverse generazioni, per uno scambio di emozioni, di esperienze di vita, di note e di idee”. E questo e’ stato. L’evento “Storia della musica” si e’ confermato, grazie allo straordinario impegno degli organizzatori, un incontro per valorizzare e promuovere la creativita’ degli artisti, di gruppi storici e di giovani band.