Il mare come integrazione

Fervono le attività alla Lega Navale Italiana Sezione di Agrigento e Porto Empedocle, iniziate nel mese di giugno e rivolte ai disabili e/o portatori di handicap, nel quadro delle iniziative di promozione dello sport acquatico e di valorizzazione ambientale, programmate in riferimento al Decreto Assessorato Regionale Territorio e Ambiente n.49 del 29/02/2012.
Lo scopo delle attività quali snorkeling e vela indirizzate ad audiolesi è quello di favorire la socializzazione, l’integrazione e il protagonismo dei partecipanti . Le lezioni teoriche si effettuano presso la sede della Lega Navale a Maddalusa, ma la vera sede operativa è il mare.
Gli sport acquatici, per chi soffre di un disagio, diventano le risposte appropriate ad esigenze di movimento, di benessere psicofisico e di contatto con la natura. Il mare pertanto, attraverso un approccio dinamico, è diventato il mezzo facilitante per rompere il muro delle barriere fisiche ed emotive.
Le attività promosse dalla Lega Navale agrigentina, completamente gratuite, rivolte ai diversamente abili, attraverso lo sport legato al mare, che si rivela fortemente socializzante, e con la collaborazione di soci altamente qualificati, hanno reso possibile il superamento di varie difficoltà e l’integrazione tra tutti i partecipanti.