Cresce la banca dati del Registro tumori

Si implementano le azioni di monitoraggio delle patologie oncologiche in provincia di Agrigento grazie al potenziamento delle modalità di raccolta delle informazioni sanitarie previste dal Registro Tumori. La recentissima sottoscrizione di una convenzione tra le aziende sanitarie provinciali di Agrigento e di Trapani facilita il processo di accreditamento nazionale dei dati del bacino delle due province attraverso il diretto coinvolgimento operativo dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta.

Con il nuovo accordo attuativo, firmato a Palermo presso la sede dell’Assessorato regionale alla Sanità alla presenza dell’assessore Baldo Gucciardi, i medici di base, per la peculiarità del loro ruolo e la funzione che svolgono quotidianamente, entreranno a far parte di una rete capillare che, attraversando le due province consorziate, faciliterà un prezioso feedback informativo utile ad accrescere la banca dati del Registro Tumori.

Il risultato atteso dai firmatari del testo, il direttore generale dell’Asp di Agrigento, Salvatore Lucio Ficarra, da un lato ed il commissario straordinario dell’Asp di Trapani, Giovanni Bavetta, dall’altro, è quello di allineare la rilevazione delle aree delle due province e ridurre, con specifico riguardo al periodo 2011-2013, il gap di registrazione con gli altri capoluoghi siciliani. Nello specifico, l’Asp di Trapani predisporrà una scheda di rilevazione in formato elettronico o cartaceo che sarà fornita ai medici di famiglia ed ai pediatri delle due province e che prevede la raccolta dei dati anagrafici dell’assistito oltreché le informazioni della patologia tumorale a suo carico.

Il flusso di dati che ne deriverà, corredato da eventuale documentazione clinica, sarà gestito e trattato in sinergia da entrambe le aziende sanitarie. Per le finalità descritte l’Asp di Trapani organizzerà, con il proprio personale e con la collaborazione dei referenti dell’Asp di Agrigento, specifici corsi di formazione destinati ai medici di base che saranno realizzati su base distrettuale. Al termine dell’attività formativa i professionisti avranno a disposizione sessanta giorni per raccogliere le informazioni richieste. All’incontro dedicato alla sottoscrizione del protocollo d’intesa erano presenti, oltre ai vertici delle due aziende sanitarie, anche il direttore dell’U.O.C. di epidemiologia di Agrigento, Gaetano Geraci, che curerà il coordinamento dell’attività prevista in convenzione, e la responsabile dell’U.O.S. Registro tumori di Trapani, Pina Candela.