Lega Pro, la Lupa rimonta il gigante. Solo un pari in terra laziale per l’Akragas

L’Akragas torna con un punto dalla trasferta più lunga della stagione, ma può tranquillamente recriminare per aver mandato alle ortiche una ghiotta occasione per vincere.

Nella sfida che vedeva in campo le due neopromosse, che però hanno avuto un impatto con la Lega Pro totalmente differente, gli uomini di Legrottaglie non sono riusciti a gestire il prezioso vantaggio raggiunto al 6’ del primo tempo grazie ad una rete segnata da Zibert (nella foto), e dopo aver giocato una buona prima frazione di gioco nel corso della quale prima Madonia e poi Di Piazza avrebbero potuto arrotondare il punteggio.

Nella ripresa, l’Akragas pensa più a contenere gli avversari, raramente supera la metacampo, tuttavia riesce ad arginare i tentativi di attacco dei laziali che non impensieriscono mai seriamente il portiere Vono, promosso dopo l’ottima prestazione in Coppa Italia, a titolare.
Al 77’ Cristaldi si divora una ghiotta occasione da gol: Madonia lancia l’attaccante argentino che a tu per tu con il portiere, manda alto sulla traversa.

Nel calcio, quando sbagli, paghi. Sull’azione susseguente arriva l’episodio che determinerà il pareggio dei laziali: Scrugli si fa superare dalla palla ed interviene in modo scoordinato su Volpe. Cartellino rosso per il difensore (alla seconda ammonizione), e tiro dal dischetto di cui si incarica il numero 10 che spiazza Vono.

Con la squadra in inferiorità numerica, Legrottaglie opta per l’ingresso di Lovric che rileva Madonia. La partita non offrirà altri spunti.
L’Akragas colleziona così il secondo pari del campionato e si attesta a 14 punti, in attesa dei risultati della giornata.