Favara, inizia la 19^ sagra dell’Agnello Pasquale

19 sagra dell'agnello pasqualeParte martedì (31 marzo) per chiudersi il 4 aprile la 19° sagra dell’agnello pasquale, dolce tipico della tradizione favarese.
Le manifestazioni si svolgeranno all’interno della splendida cornice offerta dal castello chiaramonte di Favara.

Sarà una sagra che non graverà sulle casse del comune, ma che offrirà come sempre momenti di gioia e condivisione ,e che quest’anno presenterà delle peculiarità, “L’AGNELLO NERO” preparato dai ragazzi dell’istituto scolastico Falcone Borsellino guidati tra gli altri da Peppe Piscopo ex assessore del comune di Favara, tra i “padri fondatori” della sagra giunta oggi all’edizione nmr 19.,l’dea ha lo scopo di proseguire nel percorso di integrazione partita con “nous sommes” . L’agnello nero tra tutti gli altri agnelli tradizionali (grazie ad una copertura di cioccolato) vuole essere un segnale forte di fratellanza .

L’apertura della sagra è prevista per martedi 31 alle ore 17,il programma prevede il teglio del nastro alla presenza delle autorità, questo sarà seguito dall’esibizione musicale e danzante dei piccoli del Fabaria Folk guidati da G. Trupia e V.Cammilleri .Dal cortile interno si accederà dunque alla sala del collare, dove è allestita la splendida mostra degli agnelli pasquali,prodotti e offerti dai maestri pasticceri favaresi, la stessa ricevera’ benedizione da parte di Fra Giuseppe Maggiore fondatore della tenda di Abramo ,ideatore di “nous sommes” che da anni opera nel campo dell’integrazione interraziale sul territorio.

Mostra nella mostra, l’ esposizione dei classici “panareddri ” e “colombe” di pasqua preparati dai panettieri cittadini, si tratta di vere e proprie opere d’arte che si tramandano da generazioni, le sculture di pane contengono al loro interno un uovo, che rappresentava il ragalo, la sorpresa, per i bambini in tempi ormai passati, una manipolazione di queste sculture sarà fatta “in diretta” da un maestro panettiere.
La giornata sarà chiusa con una degustazione di prodotti tipici per i presenti offerti da alcuni commercianti.

L’esposizione resterà aperta e sarà visitabile tutti i giorni fino al 4 aprile al castello chiaramontano,all’ organizzazione dell’ evento collabora anche la pro loco Favara.