Concluso il campionato Time Attack all’autodromo Valle dei Templi di Racalmuto

Domenica 14 dicembre, all’autodromo “Valle dei Templi” di Racalmuto, si è svolto l’ultimo atto del campionato “Time Attack” che ha attirato oltre 60 equipaggi con auto di serie e derivate. L’evento è stato seguito da un folto pubblico di appassionati che ha seguito le varie gare deliziate dalla bella presenza delle “Time Attack Girls”.

Nonostante qualche nuvolone minaccioso in cielo, siamo pur sempre a Dicembre, i piloti sono riusciti a dare il massimo registrando anche nuovi “record personali”. Il siracusano Ignazio Pitari, su Renault Clio RS, è sceso sotto il muro del 1.20” chiudendo la giornata al 2° posto alle spalle di Giuseppe Fugale su Lotus Elise che si classifica 1°. In totale Pitari accumula 660 punti vincendo il campionato STOCK 1.6-1.9 seguito dai fratelli Montalto su Fiat 500 Abarth e da Francesco Velati su Renault Clio RS.
Brillante prestazione del pilota maltese Daniel Montebello che a bordo della sua Mitsubishi Evo 9 chiude la stagione vincendo la PRO 4WD e classificandosi 2° nell’assoluta. Nella stessa classe chiude al 2° posto di campionato Antoine Vella, anch’egli su Mitsubishi Evo; 3° posto per il giovane pilota marsalese Francesco Mezzapelle su Audi S3.
Già dalla prima sessione si sono fatti notare i piloti dalle importanti ambizioni: Giuseppe Lonardo su Porsche GT3 ha fatto registrare il 1° posto assoluto con il tempo di 1.11”.5.; a seguire il palermitano Francesco Briguglia su Porsche 997 chiude con 1.14”.4 e a solo 1 secondo di distacco trova posto un nuovo “Time-Attacker”; si tratta di Luca Campo su Alfa Romeo 4C che per il prossimo anno darà filo da torcere ai piloti della categoria Stock 2WD.
Francesco Briguglia si aggiudica il 1° posto della classe Stock 2WD seguito da Silvestro Pitari su Renault Megane RS e Giuseppe Russello che con la sua Mazda MX5 è riuscito a tenere testa in una delle classi più combattute del “Time Attack”.
Sfortuna per Angelo Arena che a metà mattinata si ritira per un guasto meccanico ma chiude da leader la categoria PRO 1.2-1.6 con la sua “pepatissima” Fiat Punto. Al 2° posto della categoria troviamo Giovanni Grande su Peugeot 106 e al 3° posto, sempre su Peugeot 106, Domenico Ippolito del team Monti Racing.
Nonostante fosse assente all’ultima tappa di campionato, Keith Cardona viene incoronato campione 2014 per la categoria Pro 2WD grazie ai punti conquistati nelle gare precedenti; Vincenzo Giambanco con la sua Porsche 996 chiude il campionato in 2° posizione seguito dall’equipaggio racalmutese Burgio-Curto su Fiat Coupè 2.0 Turbo.
A bordo della sua storica Mini Cooper, il maltese Joe Anastasi ha dato sfoggio di grandi abilità di guida, concludendo il campionato al 1° posto della classe Open 1.6; Nella classifica di giornata, sempre nella stessa categoria, sale sul gradino più alto del podio Giampiero Spinnato su Fiat X19 seguito dallo stesso Joe Anastasi che si classifica 2°.
Nella categoria Open Racing quest’anno abbiamo assistito ad uno scontro tra “titani”.
Salvatore Castello si piazza in cima alla classifica su BMW M3, mentre al 2° posto del podio troviamo il fratello Giampiero Castello su Porsche Cayman; 3° classificato Giuseppe Lonardo su Porsche Gt3 seguito da Michael Fenech su Audi TT Turbo.

Leandro Romano su Mitsubidhi Evo 8 vince la classe Stock 4WD e con un totale di 400 punti si lascia alle spalle Antonio Nicolò su Audi TT 4×4 e Darren Camilleri su Subaru Impreza.
La “Entry Level” del Time Attack, la classe Stock 1.2-1.6, vede primeggiare su Mini Cooper Rosario Veneziano; al 2° posto ,su Honda CRX, si classifica Federico Cirrincione seguito da Garcia Bello su Renault Megane 1.6.
Spettacolare ed esaltante la categoria Pro 1.6-1.9; la somma dei punti vede Francesco D’Agosta su Alfa Romeo Giulietta vincere il campionato davanti allo sfortunato Claudio Arena che con la sua Honda S2000, nelle ultime tappe del campionato è stato penalizzato da noie meccaniche. 3° posto per Vincenzo Di Genova su Honda CRX.
La classe Open 2.000 delizia il pubblico con bagarre spettacolari. La classifica finale vede i primi 3 a distanza di pochi punti. Johan Meli su Lotus Exige chiude al 1° posto seguito da Giuseppe Maglia su prototipo A112 e Calogero Alfano su prototipo Fiat 500.
Appuntamento quindi al 22 Febbraio 2015 per la prima prova del nuovo campionato “Time Attack”.

L’articolo Concluso il campionato Time Attack all’autodromo Valle dei Templi di Racalmuto sembra essere il primo su AgrigentoSport.com.