Agrigento. Inaugurato il Comitato di Forza Italia

Quasi mille persone hanno affollato con entusiasmo ad Agrigento la sede del Comitato elettorale per le Europee di Forza Italia, in via Imera 278. Nella città dei Templi, in occasione della penultima domenica elettorale prima del voto del 25 maggio e dell’inaugurazione del Comitato, sono intervenuti, tra gli altri, il coordinatore regionale del partito di Berlusconi, senatore Vincenzo Gibiino, e i vice – coordinatori, Francesco Scoma e Riccardo Gallo.

Il dibattito è stato introdotto da Filippo Caci, seguito da Piero Macedonio, fondatore del “Patto per il Territorio” e che ha galvanizzato i presenti auspicando un sempre maggiore rapporto diretto con gli elettori, poi il deputato nazionale Riccardo Gallo, e, in conclusione, Francesco Scoma e Vincenzo Gibiino, il quale ha concluso il proprio intervento elogiando le doti umane, imprenditoriali e politiche espresse da Silvio Alessi, assicurando che il partito lo chiamerà ad assumere impegni più gravosi e importanti. Tutti hanno sottolineato l’importanza dell’obiettivo tracciato dalla manifestazione, ossia il recupero del voto al partito, a prescindere dagli 8 candidati in corsa e dalla ricerca delle preferenze per ciascuno di loro.

“Tutti meritano di essere eletti, ma ciò che è prioritario è il rilancio del partito e del voto a Forza Italia” – hanno affermato gli intervenuti al dibattito, che hanno quindi salutato i tanti amministratori azzurri agrigentini, i consiglieri comunali di Agrigento Puleri, Gibilaro, Mallia, Saeva, Gramaglia, Urso, Civiltà, Spinnato e Galante, poi gli ex amministratori al Comune di Agrigento Angelo La Rosa, Giovanni Di Maida, Marco Patti, e il già candidato alle Regionali in forza Patto per il Territorio e con brillante esito di preferenze, Giuseppe Gramaglia, poi l’instancabile e sempre efficace ex sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, alfiere irrinunciabile del “Patto per il Territorio”, ed ancora Rosario Serravillo da Castrofilippo, gli ex assessori provinciali Luca Salvato e Stefano Castellino da Palma di Montechiaro, Giulio Castellino vice presidente del Consiglio comunale di Palma, gli ex consiglieri provinciali Leo Vinci, Nicola Testone ed Ezio Di Prima da Sciacca, Peppe Picone da Porto Empedocle, e Giovanni D’Angelo da Campobello, poi Nino Spoto e il consigliere Enrico Vella da Raffadali, l’ex presidente del Consiglio provinciale Raimondo Buscemi da Aragona, l’ex sindaco di Campobello Michele Termini, il sindaco uscente di Naro Pippo Morello, e tanti altri che sono accorsi in massa in condivisione e testimonianza della proposta politica moderata e riformista di Silvio Berlusconi”.