Progetto Gocce di Miele, la Cna di Raffadali apre le porte a 3 persone diversamente abili

“Raccogliamo positivamente l’appello lanciato dal sindaco di Raffadali e manifestiamo sin da subito la nostra disponibilità”. Il segretario provinciale della Cna di Agrigento, Piero Giglione, e il presidente della Cna di Raffadali, Giovanni Lombardo, aprono le porte della Confederazione alle tre persone diversamente abili da inserire, per un anno, nel contesto produttivo, nell’ambito del progetto “Gocce di Miele”, finalizzato al loro inserimento e alla loro integrazione attraverso percorsi educativi e formativi compatibili con le potenzialità di cui dispongono.
“Rispetto a queste sollecitazioni non si può mostrare indifferenza – aggiungono Giglione e Lombardo – appena abbiamo saputo che il bando del Comune è andato a vuoto per mancanza di adesioni da parte delle aziende, ci siamo adoperati per sposare a pieno questa nobile iniziativa. Siamo pronti a mettere a disposizione le nostre strutture. Una persona troverà posto all’interno della sede della Cna di Raffadali, le altre due verranno prese in consegna da altrettante aziende locali iscritte alla Confederazione. E’ la dimostrazione – concludono Piero Giglione e Giovanni Lombardo – che le imprese, se chiamate in causa, non si tirano indietro quando si tratta di sostenere progetti sociali e di solidarietà”.