Grandissimo successo per “La Valle en plein air” , l’estemporanea di Francesca Graceffa

Vero e grande successo per numero di visitatori e qualità degli artisti partecipanti, accuratamente selezionati dal prof. Vincenzo Patti, pittore scrittore e direttore dell’Accademia Comunale Arte Cultura e Legalità di Favara, e dall’associazione Anteas ; organizzatori di questa magnifica manifestazione artistico culturale dall’affabulante nome di “La Valle en plein air”. La manifestazione artistico culturale, patrocinata dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, si è svolta giorno 11 Marzo a partire dalle ore 10.00 nella Valle dei Templi ad Agrigento.
Tantissimi i visitatori di questa estemporanea di pittura, italiani e stranieri, attratti da questa innovativa iniziativa che ha avuto luogo tra i reperti di una delle più grandi civiltà del mondo antico, quella Greca.
estemporanea graceffa (1)L’estemporanea, atta ad arricchire un calendario molto ricco per i festeggiamenti della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore ed atti a valorizzare il territorio agrigentino, ha visto nella splendida giornata soleggiata di una calda giornata di marzo diversi artisti attentamente selezionati che si sono prodigati nel rappresentare la loro visione personale dei meravigliosi reperti archeologici della Valle dei Templi, dichiarata nel 1997 dall’Unesco “patrimonio mondiale dell’umanità”.
Tra gli artisti partecipanti anche l’artista aragonese Francesca Graceffa, dottoressa in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo ed operatrice culturale, che ha realizzato un’opera pittorica ispirata al sogno e a tutto ciò che ne consegue, in cui domina l’architettura dell’imponente tempio dorico della Concordia.
Hanno partecipato all’estemporanea anche gli artisti Dolores Silveira, Filippo Gallea, Lillo Todaro, Graziella Castronovo, Benedetta Spiteri…
I pittori forniti di tele, colori e cavalletti si sono sistemati lungo tutta la via del passeggiata della valle, dal tempio della Concordia alla casa Paci, uniti dall’amore per l’arte in tutti i campi e dallo stesso tema: i templi e la sagra del mandorlo che quest’anno è giunta nella sua 69° edizione. Il tutto tra gli occhi incuriositi di moltissimi turisti e visitatori.
Un grande successo per questa brillante iniziativa sicuramente da riproporre.