Il 6 dicembre alla Biblioteca comunale di Licata la presentazione del romanzo “Una campana per Adano”

La vicenda della campana donata dal maggiore Frank Toscani, alla vigilia della sua partenza, sabato 14 agosto 1943, al sindaco del Comune di Licata perché provvedesse a collocarla sulla torre civica dell’orologio, ha dato l’avvio a John Hersey, un giovane corrispondente di guerra della rivista “Times”, giunto a Licata da Palermo il 9 agosto 1943, con lettere credenziali di Poletti, alla ricerca di notizie per un servizio sulla rivista “Life” che documentasse il lavoro degli ufficiali americani nelle zone liberate dal fascismo e l’aspetto umano degli stessi, che serviranno poi per il suo fortunato romanzo “A bell for Adano”, ossia “Una campana per Adano” (pp. 382), pubblicato a New York nel 1944 presso l’editore Alfred A. Knoff, Premio Pulitzer l’8 maggio 1945, che ha fatto conoscere la città di Licata in tutto il mondo.

Protagonista del romanzo è il maggiore Victor Joppolo, responsabile Usa degli Affari Civili ad Adano (Licata) dopo lo sbarco, che, ispirato alla figura di Frank Toscani, rappresenta la saggezza e la giustizia degli americani verso una popolazione che ha sofferto i mali della guerra.

Il romanzo pubblicato nelle edizioni “La Vedetta” sarà presentato venerdì 6 dicembre 2013 alle 17,30 presso la biblioteca comunale “Luigi Vitali” in piazza Giacomo Matteotti nel corso di un evento patrocinato dal Comune di Licata. Dopo gli indirizzi di saluto del sindaco Angelo Balsamo, dell’assessore alla cultura, Giusy Marotta e di Tony Cellura dell’Associazione Memento ci saranno gli interventi di Calogero Carità, Editore e Direttore de “La Vedetta” e di Daniela Cretesi, docente di lettere. A condurre l’evento sarà il Direttore di Licata Net, il giornalista Giuseppe Cellura. Brani significativi del romanzo saranno letti dall’attrice Daniela Mulè.