Home Dai Comuni Agrigento “Nastro Rosa”, la LILT al carcere di contrada Petrusa

“Nastro Rosa”, la LILT al carcere di contrada Petrusa

181 views
0

Nel quadro della campagna nazionale “Nastro Rosa” di prevenzione la Lega Italiana per la lotta ai tumori, dopo la cerimonia della Valle dei Templi, nel corso della quale è stato illuminato di rosa l’antico olivo ai piedi del tempio di Giunone, è la volta della casa circondariale di contrada “Petrusa”.
Giovedì 24 Ottobre 2013 avrà luogo all’interno della struttura penitenziaria una serie di visite gratuite dei medici e delle volontarie della Lilt di Agrigento in favore delle recluse.
Le visite inizieranno dopo le 9,30 e verranno effettuate dai medici dottoressa Carmela Borsellino e dottor Pasquale Borsellino che saranno assistiti dalle volontarie prof. Emiliana Cassar e prof. Letizia Vecchio.
Da alcune settimane la Lega Tumori agrigentina ha preso contatti con la direzione della struttura penitenziaria di Petrusa, dott Valerio Pappalardo il quale fin dal primo momento ha mostrato grande sensibilità nei confronti dell’iniziativa.
“La scelta di Petrusa – commenta la presidente provinciale prof. Franca Noto Scandaliato – vuole essere un momento di attenzione nei confronti di quelle donne, che per vari motivi, hanno sbagliato e che stanno pagando il prezzo dell’errore alla giustizia. Ed allora perché penalizzarle? Da qui la proposta di intervenire in loro favore con uno screening gratuito al seno, uno dei più terribili tumori che può colpire una donna. In questo mese di ottobre dedicato alla prevenzione abbiamo scelto proprio le recluse per offrire loro questo importante servizio trovando grande disponibilità nella direzione del carcere e nei nostri medici”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui