L’ Università della terza età apre i battenti a Naro

Su iniziativa del professor Calogero Iacolino, ricercatore presso la sede romana dell’ Università LUMSA (Libera Università Maria Santissima Assunta), sorge a Naro una sede dell’Unitre, ovvero dell’Università delle Tre Età, con lo scopo di coinvolgere culturalmente la popolazione anziana residente nel territorio comunale.
La sede dell’Unitre è in corso Vittorio Emanuele presso i locali dell’ ex collegio di Maria (sede del centro di aggregazione sociale per anziani), concessi da Pippo Morello, sindaco del Comune di Naro.
Soci fondatori della sede locale dell’Unitre sono: Calogero Iacolino (presidente); Luigi Messina (vice presidente); Maria Gallo e Giuseppina Smecca (consiglieri); Giuseppina Lauria (segretaria); Adriana Vella (tesoriere); Valentina Zarcaro e Antonietta Barone (direttori dei corsi) Alfonso Alaimo, Maria Carmela Curcio e Maria Manzone (revisori dei conti); Lina Baldacchino; Liliana Bellavia; Maria Teresa Milazzo; Lina Ragusa; Luisa Rinaldi; Gisella Salustro; Salvatore Urso; Ornella Zarcaro.
“ Il Comune di Naro – spiega il sindaco Morello – ha patrocinato l’iniziativa di costituire a Naro l’ Unitre, concedendo l’autorizzazione a fruire dei locali già adibiti a sede del centro sociale.
Lo scopo è quello di creare un circuito culturale privilegiato per gli anziani, anche al fine di prevenire gli eventuali inconvenienti legati al cosiddetto “choc da pensionamento” e alle eventuali forme depressive che possono accompagnare le persone anziane non impegnate socialmente o culturalmente. “