Lettere al direttore: “Massimo Fini ed il suo ricordo di Agrigento”

Riceviamo e pubblichiamo

Nel suo blog, il noto giornalista Massimo Fini parla della crisi economica e poi cita un fatto di qualche anno fa:

Qualche anno fa, in una grigia giornata dei primi di ottobre, mi trovavo in uno dei splendidi Bagni liberty di Agrigento (peccato che a cento metri, sul mare, sgorgasse la fogna). La spiaggia era deserta. C’era solo un ragazzo a qualche sdraio di distanza. Attaccai discorso. Mi raccontò che per quattro mesi d’inverno lavorava come muratore a Torino, il resto lo passava nella sua città natale vivendo di quanto aveva guadagnato e potendo contare su quella rete familiare che al Sud esiste ancora. “Certo” disse “non posso permettermi la Porsche, ma ho a mia disposizione il tempo”. “Caro ragazzo” risposi “tu forse non lo sai, ma sei un filosofo”. Noi, invece, siamo tutti degli emeriti coglioni.

Ora non so se essere orgoglioso del ragazzo che è diventato “filosofo” o schifato dalla mia città… la cosa è certa, le cose continuano a non cambiare e la fogna è ancora lì che sguazza nel nostro mare!

Lettera firmata