La Lega Navale Italiana e la cultura del Mare

Sabato 6 luglio si è concluso alla Lega Navale Italiana sezione di Agrigento e Porto Empedocle, il progetto “Sapore di mare” rivolto ai ragazzi dai 6 ai 12 anni, sponsorizzato da Enel Spa. Il campo estivo ha impegnato una trentina di giovani per due settimane, dal 24 giugno al 6 luglio, in attività sportive, ludiche e creative, volte alla sensibilizzazione e salvaguardia dell’ ambiente marino, promuovendo e valorizzando la ri-scoperta delle bellezze del mare, importante risorsa del nostro territorio. La sede della Lega Navale, a Maddalusa, è diventata un vero laboratorio formativo, infatti una serie di discussioni dedicate a specifici settori della problematica ecologica introdotte da esperti biologi marini muniti di supporti multimediali (video e proiezioni), si è riusciti a metterle in pratica direttamente in spiaggia e a indirizzare i giovani a quell’interesse che esiste già in modo latente. Attraverso la raccolta di materiale di recupero come bottiglie, tappi e giornali, che purtroppo spesso troviamo nei nostri lidi, i ragazzi hanno realizzato vere opere d’arte, mettendo in pratica un riciclo creativo. La presidente Silvana Vella Bianchettino asserisce che «la sensibilizzazione verso un mondo, e soprattutto un mare, più pulito, e verso uno stile di vita di tipo ecosostenibile, sono da sempre obiettivi perseguiti dalla Lega Navale. Occorre contribuire a sgombrare il campo dall’irritante “qualunquismo ecologico” oggi di moda, e indirizzare i bambini, fin da piccoli, a queste importanti questioni.»
I ragazzi hanno compreso l’importanza della salvaguardia del mare innanzitutto, perché lo hanno vissuto in modo attivo. Hanno svolto, infatti, attività di snorkeling, di windsurf, vela, escursioni in barca oltre a numerosi giochi, che hanno dato loro la possibilità di conoscere il mare da vicino, meravigliandosi delle sue bellezze in profondità o sfruttandone le onde per divertirsi con tavola da surf e vela.
La Lega Navale, da sempre attenta al sociale, durante la realizzazione del progetto “Sapore di mare” ha anche dedicato ben due giornate all’accoglienza di ragazzi meno fortunati. In una prima mattinata le porte della sede sono state aperte per bambini stranieri, figli di rifugiati politici, con le loro famiglie accompagnati dai collaboratori dell’associazione Acuarinto, mentre in una seconda giornata circa 60 ragazzi del progetto Universo Minori, hanno giocato con i bambini e gli animatori del progetto “Sapore di mare”. Si è trattato di due momenti di enorme aggregazione, in cui il mare è servito davvero da volano per abbracciare bambini di diversa realtà sociale o etnica, ma tutti con lo stesso diritto di divertirsi. Così, anche quest’anno, la Lega Navale è stata capace di attrarre nuovi giovani verso valori fondamentali per la nostra società: l’amore per l’ambiente e l’accoglienza dei più deboli.