Home Dai Comuni Agrigento Progetto Aper. Domani si parlerà di siti archeologici

Progetto Aper. Domani si parlerà di siti archeologici

227 views
0

Proseguono gli incontri internazionali del Polo Universitario a Villa Genuardi.
Domani, giovedì 30 maggio è prevista una sessione di attività di formazione sul tema “le coperture nei siti archeologici”, da parte di Alesandro Tricoli docente di architettura e di Maria Luisa Germanà docente nella facoltà di architettura sul tema ” Cenni di manutenzione all’accessibilità nei siti archeologici”; nonchè attività di formazione riservata che saranno curate dal direttore dell’Ente Parco Giuseppe Parello e da Aldo Accardi, il quale curerà anche un workshop di simulazione progettuale.
La sessione di lavori terminerà quindi venerdì 31 maggio: sarà allestito un workshop da parte di Chiuraz Guellela e Santina Di salvo docenti universitari; e verrà anche realizzata una tavola rotonda con i docenti universitari Mounir Fantar e Ahmed Farjaoui , Adnane Luohichi (dell’Istituto per la valorizzazione del Patrimonio culturale di Tunisi), nonchè Ridha Kecem, Lofti Bozouita e Bechir Mazigh e Soow Dauda dell’agenzia per la promozione culturale di Tunisi.
Concluderanno i lavori Lucio Melazzo, Maria Luisia Germanà e Rosa Maria Vitrano docenti universitari. bilaterale (Italia-Tunisia).
Il progetto APER, acronimo che sintetizza il titolo “Architettura domestica Punica, Ellenistica e Romana – Salvaguardia e Valorizzazione”, ha ottenuto un finanziamento di oltre 750 mila euro nell’ambito del Programma di Cooperazione Transfrontaliera dell’UE “Italia-Tunisia 2007/2013.
Al progetto sono associati anche altri soggetti che a vario titolo hanno interesse alla promozione delle attività volte alla conservazione e alla valorizzazione dei beni archeologici e architettonici: il Centro Regionale per la Progettazione ed il Restauro di Palermo, la Provincia Regionale di Agrigento, la Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Agrigento, l’Ente Parco della Valle dei Templi di Agrigento, l’École d’Avignon, l’École National d’Architecture et Urbanisme di Tunisi, l’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui