Caro bollette acqua a Casteltermini. Al via la protesta. Domani assemblea pubblica alle 17.00 al teatro Di Pisa

Un aumento spropositato del costo dell’acqua pubblica a Casteltermini. E’ quanto hanno verificato i cittadini castelterminesi, una volta che si sono visti recapitare le bollette da parte della Girgenti Acque.
La vicenda non è passata sottosilenzio, tant’è che i cittadini si sono immediatamente recati nel palazzo di città, in assemblea, per chiedere lumi all’amministrazione comunale, diretta dal sindaco Nuccio Sapia. La richiesta, fatta dai castelterminesi agli amministratori, è quella di prendere dei provvedimenti seri ed urgenti, per arginare l’emergenza ed evitare quindi il pagamento di tasse che, in taluni casi, hanno raggiunto una consistenza a diversi zeri.
L’amministrazione comunale ha immediatamente chiesto la sospensione delle bollette, in attesa che si faccia maggiore chiarezza sulla vicenda.
Intanto per domani pomeriggio, alle ore 17.00, al teatro Enzo Di Pisa, è stata convocata un’assemblea pubblica e straordinaria, alla quale sono invitati i cittadini, le forze politiche e sociali e sindacali e le associazioni dei consumatori. La presenza di cittadini si prevede massiccia.
.
“L’impegno sarà massimo, dice il sindaco Nuccio Sapia. Chiederemo, anzitutto, alla Regione di dare seguito al responso del referendum che ha visto migliaia di cittadini, compresi quelli di Casteltermini – che nella fattispecie hanno partecipato in massa – per esprimere chiaramente la volontà di trasferire la gestione dell’acqua dal privato al pubblico. Siamo pronti, come comune, sin da subito, ad assumerci l’onere di gestire il servizio idrico. In merito alle bollette improponibili chiederemo tutte le ragioni del caso, onde evitare che la nostra comunità sia oberata da una spesa, che potrebbe non essere giustificata”.