Differenziata ad Agrigento, Giacalone ad Hamel: “Responsabilità o disobbedienza sociale”

Il consigliere comunale di Agrigento, Willy Giacalone, di Forza Italia, interviene nel merito della gestione del servizio della raccolta differenziata in città, che dallo scorso 19 febbraio è stato esteso anche al centro cittadino.

Giacalone, rivolgendosi all’assessore comunale Nello Hamel, afferma: “Il tempo massimo di tolleranza è scaduto. Adesso, assessore Hamel, prenda atto che l’organizzazione della raccolta differenziata è un fallimento, e dica alla città come intende modificare il tutto. Il ruolo di assessore le impone di assumersi le responsabilità, a prescindere o meno dall’eredità disastrosa che le ha lasciato Fontana. Agrigento è stanca di non essere capita, è stanza di essere amministrata senza un criterio. Gli agrigentini sono stanchi di essere offesi e di essere costretti a partecipare a una raccolta differenziata umiliante e indecente. Assessore Hamel, il tempo è scaduto, e si rischia la disobbedienza sociale se a stretto giro non si assume la responsabilità di cambiare metodo. Questo si deve ad Agrigento ed agli agrigentini” – conclude il consigliere Giacalone.