Favara, torna fruibile la palestra del plesso “Bers. Urso”

Giovedì 18 gennaio  è stata inaugurata a Favara la palestra del plesso “Bers. Urso”, dell’I.C. “Bersagliere Urso- Mendola”, chiusa da più di 10 anni.

“Gli alunni, finalmente, potranno usufruire di una struttura bella che consenta loro di esplicare attività scolastiche legate alle discipline motorie in un ambiente adatto all’innovazione – dichiara il Dirigente Scolastico prof.ssa Brigida Lombardi – La palestra valorizzerà la scuola, favorendo una sana aggregazione e la trasmissione di valori tra cui la solidarietà, il rispetto delle regole concordate e condivise e i valori etici che sono alla base della convivenza civile”.

L’evento ha avuto una madrina d’eccezione: la Campionessa Italiana di lancio del giavellotto Giusi Parolino che ha parlato dell’importanza e del valore dello sport per i giovani non soltanto come valore agonistico ma strumento di tutela e prevenzione per la salute.

Giusi, pur essendo impegnata nella durissima preparazione in vista dei prossimi Campionati Italiani indoor e lanci lunghi, ha voluto essere presente ad un momento dedicato allo sport e ai giovanissimi: “E’ stata una bellissima esperienza e ringrazio il Dirigente Scolastico, prof.ssa Brigida Lombardi per avermi dato  l’opportunità di trasmettere ai presenti l’amore per lo sport – dichiara la plurimedagliata giavellottista, – mettere a disposizione dei bambini la passione e la determinazione di un campione la considero una motivazione in più da dare ai ragazzi per affrontare il futuro con grande coraggio. Nel mio cuore – continua –  c’è il desiderio che questi bambini si innamorino delle attività fisiche: correre, saltare, nuotare e non ultimo lanciare; perché queste attività gli daranno quella spinta in più per crescere in modo sano ed equilibrato e la giusta forza per imparare a lottare e confrontarsi in un territorio che fin’ora avrebbe fatto affogare anche l’olimpionica Pellegrini.

Il mio augurio è quello di poter dare il mio contributo a questa città affinché i giovani per fare sport non debbano mai subire quello che subisco io ogni giorno per aver scelto soltanto di ‘Allenarmi'” conclude Giusi Parolino.