Lutto nel mondo dello sport agrigentino per la scomparsa di Pippo Miccichè

Agrigento sportiva piange la dolorosa scomparsa di Pippo Miccichè, storica figura dello sport agrigentino, nella consapevolezza di essere rimasta orfana di un grande sportivo.

Miccichè, in giovane età ha praticato con successo con il fratello Pasquale vari sport, dal calcio praticato all’Oratorio dell’Istituto Salesiano “Gioeni”, al tennis di S. Vito, dal basket, alla atletica leggera.

In anni più recenti, smessi ormai i panni di atleta, ha rivestito la carica di Dirigente Federale della F.I.T. – Federazione Italiana Tennis e di Componente del la Giunta del CONI.

Aveva 85 anni e negli ultimi tempi le sue condizioni di salute erano progressivamente peggiorate.

Per oltre 30 anni ha insegnato Educazione Fisica al Liceo Scientifico “Leonardo” del Capoluogo, facendosi apprezzare per la sua preparazione e le doti di umanità e garbo verso gli alunni.

Tra i numerosi attestati di benemerenza ricevuti per l’opera da lui prestata a favore dello sport, meritano di essere ricordati il Premio Speciale del C.I.O. – Comitato Internazionale Olimpico – “per avere dato un valido contributo allo sviluppo dello Sport e alla promozione della amicizia e della solidarietà tra i popoli” e la Targa alla Carriera assegnatagli dalla F.I.T.

Pippo Miccichè era un Exallievo Figlio di Don Bosco e uno dei “RAGAZZI DELLA TERZA E”.

Ed è per questo che gli Exallievi di Don Bosco dell’Unione di Agrigento e i superstiti “Ragazzi della Terza E” Calogero Baldanza, Mariano e Giovanni Cascioferro, Enzo Motta, Calogero Patti, Vincenzo Vanadia e Giuseppe Vita si stringono, attoniti e commossi, attorno alla famiglia per la dolorosa scomparsa del caro ed indimenticabile amico Pippo!