Treno storico letterario: 400 turisti invadano la Valle dei Templi e Porto Empedocle (Foto)

Il treno storico letterario del Kaos, giunto alla seconda edizione, ha fatto registrare ancora una volta il tutto esaurito. 400 persone hanno vissuto l’esperienza di percorrere i binari senza tempo della Sicilia, a bordo delle storiche carrozze centoporte della Fondazione FS Italiane, diventate ormai una presenza consueta e assai gradita sulle linee ferroviarie siciliane. A bordo treno anche l’attore agrigentino Francesco Naccari che ha intrattenuto i viaggiatori per tutta la durata del tragitto. Prima tappa il Giardino della Kolymbetra con una visita guidata organizzata dal Fondo Ambiente Italiano, poi l’approdo del treno storico a Porto Empedocle, presa d’assalto da una folla di turisti desiderosi di conoscere i luoghi di camilleriana memoria.

A guidare i visitatori per le vie di Vigata, gli alunni dell’Istituto Comprensivo Luigi Pirandello di Porto Empedocle che hanno saputo entusiasmare i turisti, fornendo loro tutte le informazioni utili del caso. Per l’occasione è stata predisposta l’apertura straordinaria della Torre Carlo V e dell’Auditorium San Gerlando dove erano esposte anche le mostre allestite dalla locale sezione del Fiof, rappresentata da Marco Scintilla e Michela Di Franco. Il treno ha lasciato la storica stazione di Porto Empedocle, anch’essa fotografata e apprezzata dagli ospiti, intorno alle 17:10 per far ritorno a Catania in serata.

“Registriamo l’ennesimo ‘tutto esaurito’ – è il commento del Presidente di Ferrovie Kaos Pietro Fattori – segno che il nostro territorio continua ad affascinare sempre un maggiore numero di turisti, non solo stranieri, ma anche quelli provenienti dalle province limitrofe. Anche Porto Empedocle, insieme al parco archeologico attraversato dalla strategica linea ferroviaria turistica, rappresenta una tappa irrinunciabile per i visitatori. L’unico neo, non di poco conto, è stato rappresentato dall’accoglienza dei commercianti empedoclini: il 75% delle attività commerciali cittadine, infatti, non ha nemmeno alzato la saracinesca, offrendo alla folla di turisti che ha allegramente invaso il centro cittadino, uno spettacolo davvero desolante. Per il resto ai nostri ospiti è rimasto il ricordo di una giornata indimenticabile. Un ringraziamento particolare al FIOF, all’Ic Pirandello di Porto Empedocle, alla Pro loco, al FAI al Comune di Porto Empedocle e a tutti coloro i quali hanno contribuito al successo di questa giornata”.