Home Dai Comuni Agrigento “Bambini del mondo”. All’Ukraina il Premio Claudio Criscenzo – Una goccia per...

“Bambini del mondo”. All’Ukraina il Premio Claudio Criscenzo – Una goccia per la vita

509 views
0

E’ andato al “Children Group Vitaminchyky” dell’Ukraina il “Premio Claudio Criscenzo – Una goccia per la vita” quale miglior gruppo della quattordicesima edizione del Festival internazionale del folklore “I Bambini del Mondo”.
La consegna ieri sera in un teatro Pirandello gremito in ogni ordine di posto che ha applaudito a scena aperta i gruppi internazionale e quelli agrigentini che hanno dato vita ad una kermesse di alto profilo artistico ma soprattutto sociale e culturale.
Il Festival “I Bambini del Mondo”, ideato da Claudio Criscenzo e Giovanni Di Maida, è organizzato dall’Aifa, Associazione International Folk Agrigento, guidata da Luca Criscenzo che ha preso il posto del papà, prematuramente scomparso, ha dimostrato ancora una volta la sua valenza consolidando ancora di più il prestigioso posto conquistato negli anni di aprire ufficialmente la Sagra del mandorlo in fiore.
Il Children Group “Vitaminchiki” è nato nel 1990 nella città di Kiev capitale dell’Ukraina, nel corso della sua storia è stato insignito di numerosi riconoscimenti tra i quali: Medaglia d’oro dall’UNESCO. Per i suoi alti meriti nel campo delle arti e la sua alta maestria coreografica “Vitaminchyky ” ha ricevuto il più alto riconoscimento artistico in Ucraina « Popolo Arte Collettiva dell’Ucraina » .
Insieme all’Ukraina anche i gruppi di Bosnia Hergegovina, Kud Zelengora; Bulgaria, Children’s Dance Ensemble “Plamache”; Romania, Ensemble Codrisorul. Con loro anche i gruppi agrigentini: Gergent, Oratorio Don Guanella, I Piccoli del Val D’Akragas, I Picciotti da Purtedda; Herbessus di Grotte; Cazzara Folk di Caltavuturo; Vecchia Jonia di Giarre; I Picciotti di Matarò di Marsala.
A premiare i bravissimi bambini dell’Ukraina il vice sindaco Piero Luparello ed il coordinatore della 69 Sagra del mandorlo in fiore Andrea Cirino.
Il Festival internazionale del folklore “I Bambini del Mondo”, iniziato con un gesto d’amore con la visita all’ospedale ed ai centri sociali si conclude questa sera presso la Chiesa della Divina provvidenza con la “Preghiera per la pace”