Licata, tentata rapina in banca. Cinque arresti, un ricercato

Si sarebbero portati via 25mila euro se la polizia non li avesse arrestati.
E’ accaduto a Licata dove due malviventi, armati di taglierino, hanno rapinato l’agenzia della banca Sant’Angelo sita in Via Palma. Hanno intimato ai cassieri di consegnare il denaro contante che si trovava nelle casse, circa 25 mila euro, appunto, e poi sono fuggiti, aiutati da un complice che faceva da palo all’esterno della banca.
L’immediato intervento della polizia del commissariato di Licata, ha permesso, attraverso l’ausilio dei colleghi di Palma di Montechiaro, di individuare gli autori ed arrestarli. Importante l’aiuto delle immagini del circuito di videosorveglianza dell’istituto.
Dopo una giornata di indagini le manette ai polsi sono scattate per Carmelo Bordino, 44 anni e Biagio Monachello, 31 anni, entrambi di Palma di Montechiaro e per tre catanesi, Andrea Gulisano, 40 anni, Salvatore Cavallaro, 21 anni, e Santo Darrico Sciattella, 23 anni. Un sesto malvivente anch’egli di Catania, già identificato, è attualmente ricercato.
Si sospetta che i cinque malviventi siano i responsabili di numerose rapine avvenute ultimamente in provincia di Agrigento.
Carmelo-Bordino-Salvatore-Cavallaro-Andrea-Gulisano-Biagio-Monachello-Santo-DArrigo-Sciattella