“M’illumino di Meno e leggo di più” alla Farm Cultural Park di Favara

In diverse capitali europee viene oggi celebrata la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili sul tema “M’illumino di Meno”, iniziativa ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2 per l’attivazione di un’economia circolare attraverso l’utilizzo di politiche green a salvaguardia del pianeta Terra. Al progetto aderisce anche la Casa Editrice Medinova di Antonio Liotta, in partnership con la Farm Cultural Park di Favara, che nel pomeriggio di oggi, primo marzo, dalle ore19,00 alle 21.00, nello Spazio 6 “Nzemmula” della predetta Farm organizza l’evento “ M’illumino di meno e leggo di più, tra suoni e sapori della tradizione”, una serata che vedrà la partecipazione di numerosi artisti siciliani i quali porteranno un loro contributo nell’ambito della letteratura, della musica, dell’arte pittorica. Il tutto in un’atmosfera a lume di candela e in una cornice che sarà arricchita da degustazioni tipiche locali e dedicata al rispetto per l’ambiente, al riutilizzo dei materiali, alla riduzione degli sprechi in ambito energetico ed alimentare. In particolare, tutti coloro che si adopereranno per la buona riuscita dell’iniziativa vogliono ricordare questa importante data in cui avvenne la ratifica del Protocollo di Kyoto, trattato internazionale in materia ambientale riguardante il surriscaldamento della Terra entrato in vigore il 16 febbraio 2005. Nonostante l’obiettivo principale della manifestazione sia quello di sensibilizzare i cittadini a non sprecare le risorse attraverso la riduzione del consumo energetico con lo spegnimento di luci e dispositivi elettrici non indispensabili, la presente celebrazione pone in evidenza i problemi più generali dell’economia circolare, ovvero di un sistema economico che si rigenera attraverso il riutilizzo dei materiali, il riciclo, la riduzione degli sprechi e che cerca di promuovere la consapevolezza che ciascuno di noi può fare qualcosa di buono per il pianeta Terra. L’iniziativa simbolica è stata lanciata per mostrare come è possibile far del bene al pianeta semplicemente facendo attenzione alle proprie azioni quotidiane ma, mentre in molte città nazionali ed estere si spegneranno i principali monumenti italiani e i musei organizzeranno esposizioni e guide cercando di usare luci più soffuse, alla Farm Cultural Park, tra gli effluvi delle candele, si eleveranno anche le voci dei tanti artisti e letterati che con note e parole intendono rendere omaggio a Madre Natura.