Acquistare un’auto usata: cosa controllare per evitare fregature

Il mercato delle auto usate è in forte crescita, grazie ai prezzi vantaggiosi che mette a disposizione di chi vuole sostituire il proprio veicolo.

Con il passare degli anni anche le automobili, come le persone, possono presentare acciacchi più o meno evidenti, in base anche al modo in cui sono state utilizzate e alla cura nella manutenzione che il proprietario ha loro riservato.

Nel caso di acquisto di un’automobile usata è bene prestare particolare attenzione nella scelta, seguendo alcuni pratici consigli che permettono di evitare spiacevoli fregature.

Acquistare da privati o da concessionari ha i suoi pro e contro, da una parte il privato non rilascia nessuna certificazione di garanzia di conformità, quindi potrebbe essere più facile incappare in fregature.

Le auto acquistabili dai privati spesso si dimostrano più “sincere” questo perché non sono sottoposte a trattamenti ricondizionanti estetici e meccanici che in alcuni casi possono essere fuorvianti sullo stato generale del mezzo.

Importante dire come prima indicazione che una vettura che si presenta all’esame visivo pulita dentro e fuori, con pneumatici in buono stato e con una manutenzione documentata, quasi certamente è stata anche guidata e trattata con cura.

E’ bene sempre risalire alle fatture dei tagliandi effettuati, in modo tale da verificare che gli interventi di manutenzione siano stati fatti nelle tempistiche consigliate e che i componenti di ricambio siano quelli effettivamente indicati per tale genere di mezzo.

Questa verifica è ancora più importante quando ci troviamo di fronte a una vettura ad alimentazione diesel, motore che mal sopporta le manutenzioni “allungate” o non eseguite nel corretto modo.

Per la vendita di auto usate è sempre bene affidarsi ad aziende di fiducia del settore, come brumbrum, che mette a disposizione auto certificate e garantite fino a 3 anni e che effettua, su ogni vettura, una severa selezione attraverso test che si svolgono in oltre 200 punti, valutando attentamente ogni parte meccanica, della carrozzeria, dell’elettronica, la sicurezza, gli interni e infine la documentazione.

Fatta questa doverosa premessa, di seguito sono riportati alcuni consigli per acquistare un’auto usata senza incorrere in fregature. Oltre all’esame dei documenti, va sostenuto un esame approfondito della vettura, verificando eventuali riparazioni alla carrozzeria che possono essere individuate attraverso le tracce di vernice su guarnizioni e profili adiacenti alle parti riparate.

Importante è fare anche un giro di prova del mezzo, per valutare la funzionalità degli organi principali, guardando con attenzione alla rumorosità del motore, al comportamento delle sospensioni e agli innesti del cambio.

Inoltre fate la prova passando dalla seconda alla quinta marcia, accelerando in maniera pesante, se notate un certo slittamento della frizione è sintomo che quest’ultima dovrà essere sostituita a breve.

Un altro semplice indizio che può rivelare lo stato di salute di un veicolo è quello della corona del volante, un dettaglio banale ma che spesso rivela molto di più che tutta l’intera documentazione messa insieme.

In linea generale va prestata molta attenzione, ed è sempre meglio affidarsi a venditori qualificati e che mettano a disposizione delle garanzie certe al fine di rendere la compravendita tranquilla e sicura.