Agrigento, arrestato scafista tunisino

Nella serata di ieri, la Polizia di Stato di Agrigento ha dato esecuzione al decreto di fermo emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Agrigento nei confronti di Saber Bouzemmita (alias Saber Bouzemita) tunisino di 30 anni,  perché in concorso con altri soggetti avrebbe trasportato nel territorio italiano altri cittadini extracomunitari a bordo di un natante in vetroresina della lunghezza di 5 metri proveniente dalla Tunisia.

Il quadro indiziario che ha portato all’emissione del provvedimento di fermo è stato delineato all’esito dell’attività di indagine espletata da personale della Squadra Mobile presso l’Hot Spot di Lampedusa a seguito dello sbarco di 12 migranti avvenuto in data 16 ottobre u.s., nel corso della quale è emerso che il Bouzzemita aveva condotto l’imbarcazione, utilizzando una bussola e rifornendo il natante di carburante.

L’uomo è giunto in serata a Porto Empedocle a bordo della nave di linea, scortato dagli agenti della Squadra Mobile. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato condotto presso la casa circondariale di Agrigento.