La Fortitudo Agrigento lotta fino all’ultimo, vince la Leonis Roma

L’Eurobasket frena la Fortitudo Agrigento, sul campo di Ferentino la partita termina con il punteggio di 84 a 78. Non sono bastati i 18 punti di Jalen Cannon ed i 16 punti di Amir Bell, supportati dai 14 di Zilli ed ai 13 di Evangelisti. Una prestazione solida, che si è fermata davanti ai 27 punti di Zeisloft. Agrigento trova la sua prima sconfitta in stagione e lo fa con una delle squadre più forti del campionato.

In partita, coach Ciani si affida al quintetto composto da: Bell, Ambrosin, Zilli, Evangelisti e Cannon. La Fortitudo Agrigento ritrova, da avversario, l’ex Alessandro Piazza. I biancazzurri ed i romani si sono affrontano a viso aperto, Evangelisti prova a scardinare la difesa di coach Corbani, ed Hollis è il migliore dei suoi, al pronti via è subito 10-10. La Leonis si affida ancora alla precisione di Hollis, ed è + 1 Roma. Capovolgimento di fronte continuo con Zilli che porta avanti Agrigento e Loschi che dalla lunetta non sbaglia, vantaggio per i padroni di casa, grazie ad un canestro perfetto di Zeisloft. Il primo periodo di gioco si chiude con il punteggio di 23 a 20.

Nel secondo periodo di gioco si accende Amir Bell, sua la tripla della risalita. La Fortitudo Agrigento cambia passo, ma davanti a sé trova Amici e Hollis. Piazza subisce un antisportivo, ma dalla lunetta sbaglia i due tiri liberi concessi. L’asse Cannon-Bell funziona, gli americani producono punti e Agrigento resta attaccata alla Leonis: 40-41, al termine del secondo quarto.

Nel terzo periodo di gioco la Leonis si affida a Fall, schiacciata per lui e partita che vede al comando ancora i padroni di casa. Fall e Hollis mettono in difficoltà la difesa biancazzurra. E’ la squadra di coach Corbani a tentare la fuga. Bell prende palla, assist per Sousa che lancia Cannon: canestro. La Leonis si fa spazio con Amici e realizza il momentaneo + 6. E’ ancora Amir Bell a creare scompiglio nelle retroguardie romane, canestro più fallo: 56 a 53. Agrigento aggancia Roma, con il 56 a 56 firmato Jalen Cannon, ma è ancora Zeisloft e mettere dentro i tre punti. Il terzo periodo termine con il punteggio di 59 a 56.

Nell’ultimo quarto è la Leonis che fa le prove generali della vittoria, al pronti via gli uomini di coach Corbani sbagliano poco, sono i padroni di casa a salire in cattedra con Fall + 8. Amici sbaglia la tripla, ma Simone Pepe no: 69-65. Due sbavature difensive per la Leonis e Agrigento ne approfitta. Time-out per coach Corbani. Al pronti via è la Leonis a trovare canestro, con Hollis. Evangelisti subisce fallo da Amici: due su due dalla lunetta. Fallo di trattenuta su Simone Pepe, due su due e Agrigento che si porta sul – 4.  I padroni di casa si affidano a Piazza, suggerimento per Amici che non sbaglia. I padroni di casa continuano ad andare a segno, la Fortitudo Agrigento si affida ad Amir Bell, che mette dentro un canestro tutto da applausi: 80 a 76. Ambrosin trova la tripla, Amici subisce fallo e dalla lunetta non sbaglia: due su due. Simone Pepe porta palla e trova una tripla. Zeisloft, il migliore dei suoi, subisce fallo: dalla lunetta non sbaglia. La partita termina con un tiro sbagliato di Zilli, vince la squadra di coach Corbani.

Leonis Roma – Fortitudo Agrigento (23-20; 18-20; 18-16; 25-22).

Leonis Roma 84

Amici 16, Fall 17, Zeisloft 27, Hollis 9, Piazza 5, Toure 2, Cicchetti, Rocchim Fanti, Santini, Infante 3, Loschi 5. All Corbani

Fortitudo Agrigento 78

Pepe 9, Cannon 18, Zilli 14, Ambrosin 3, Bell 16, Sousa 1, Fontana, Guariglia 4, Cuffaro, Evangelisti 13. All Ciani, ass Dicensi, Ferlisi