Migranti: sequestro operatori centro Agrigento, arresto convalidato

Il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Ornella Zelia Maimone, ha convalidato l’arresto, disponendo la custodia cautelare in carcere, dei tre cittadini nigeriani e di un gambiano accusati di sequestro di persona ai danni degli operatori della struttura dove sono ospitati.

I quattro imputati si sono difesi dicendo che stavano solo protestando per il mancato pagamento del pocket money.

Il difensore, l’avvocato Giuseppe Bongiorno, aveva chiesto al giudice di riqualificare l’accusa in “esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone”.

Il pubblico ministero Alfonsa Fiore aveva, invece, insistito nella richiesta di convalida per l’accusa di sequestro di persona che e’ stata accolta dal giudice. Il processo per direttissima continua il 31 ottobre. Intanto la Prefettura, per due di loro, ha gia’ completato le procedure di revoca dell’accoglienza.