Libero Consorzio di Agrigento: successo della mostra su Francesco Crispi

Grande successo della mostra su Francesco Crispi inaugurata ieri nella Galleria espositiva della “Scala Reale” dell’Ottocentesco  “Magnifico Palazzo” della Provincia e della Prefettura.

Alla cerimonia, aperta dal Presidente della Regione Siciliana, on. Nello Musumeci , erano presenti le massime Autorità civili e militari del territorio e le associazioni d’Arme e di Corpi.

La manifestazione è stata preceduta dall’intervento del pronipote di Crispi, Guido Palamenghi Crispi, che ha tracciato un profilo inedito dello Statista siciliano e, per l’occasione, ha messo in mostra alcuni effetti personali appartenuti allo statista siciliano.

Documenti e stampe originali risalenti all’epopea garibaldina hanno, inoltre, impreziosito il momento celebrativo che è stato apprezzato da diversi cultori dell’impresa dei “Mille” che, in questo modo, hanno avuto la possibilità di analizzare la “monumentale” ed inedita documentazione esposta ed apprezzare l’originale ricostruzione storica dell’ambiente di lavoro di uno dei figli più illustri della provincia di Agrigento; Crispi, infatti, nacque a Ribera il 4 ottobre del 1818.

Numerosi, inoltre, le scolaresche presenti alla cerimonia con l’orchestra dell’Istituto comprensivo “Agrigento Centro” che ha intonato l’Inno di Mameli.

All’interno della “Scala Reale”, poi, la “guardia d’onore, formata dai soci della sezione agrigentina dell’ Associazione Bersaglieri d’Italia e dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, ha reso omaggio alla memoria del più volte Primo ministro del Regno d’Italia.

La visita del Presidente della Regione è proseguita in Prefettura dove il presidente  della Regione è stato ricevuto dal Prefetto di Agrigento, Dario Caputo. Un incontro informale con i cittadini e le massime Autorità militari e civili.

Infine, nell’Aula Consiliare “L.Giglia” dell’ex Provincia l’incontro per discutere  sul futuro delle Province siciliane col Commissario straordinario del Libero Consorzio comunale di Agrigento, Alberto Di Pisa e col Segretario Generale, Caterina Maria Moricca.