Furto di energia elettrica, arrestato palmese

Nella giornata di ieri 3 ottobre, la Polizia di Stato ha tratto in arresto I. L., classe 1948, originario di Palma di Montechiaro, in quanto colto nella flagranza del reato di furto aggravato di energia elettrica.

Intorno alle ore 9.00 , personale dell’Ufficio Prevenzione generale e Soccorso Pubblico, su richiesta di personale Enel, interveniva in contrada Saladino, zona in prossimità di Borgo La Loggia, territorio del comune di Agrigento. Sul posto gli agenti constatavano che l’uomo aveva manomesso danneggiandolo il contatore che registra i consumi, prelevando furtivamente energia elettrica per alimentare in maniera fraudolenta la propria casa di campagna.

Nel corso dell’intervento, gli agenti si recavano presso l’abitazione di Palma di Montechiaro ove nel corso di un’ispezione venivano rinvenuti, mal custoditi, tre fucili con relative munizioni legalmente detenuti e qualche munizione a cui detenzione non era stata denunciata all’Autorità di Polizia. Nel prosieguo dell’attività il personale intervenuto si recava nella residenza del nominato in oggetto, sita in Palma di Montechiaro ove a seguito di perquisizione, mal custodite all’interno di un armadio, venivano rinvenuti tre fucili oltre svariate munizioni. Per i motivi sopra evidenziati l’uomo veniva tratto in arresto per i reati di furto di energia elettrica e danneggiamento aggravato, omessa custodia armi e detenzione abusiva di munizioni. Dopo le formalità di rito, su disposizione dell’A.G., l’uomo veniva posto agli arresti domiciliari.