Valle dei Templi: da domani “Pittura ellenistica dalla Macedonia alla Sicilia, il caso di Agrigento “

Prenderà il via domani La Field School denominata “Pittura ellenistica dalla Macedonia alla Sicilia, il caso di Agrigento “, che Il Parco Archeologico e Paesaggistico “ Valle dei Templi di Agrigento “ ha organizzato in collaborazione con l’Università di Bologna .
L’iniziativa si svolgerà fino al 26 ottobre prossimo , all’interno dell’ unità abitativa denominata “ Casa III M” ubicata nel Parco e più esattamente nel Quartiere ellenistico- romano.

Al progetto partecipano 20 studenti universitari italiani e stranieri iscritti , laureati o che frequentano Dottorati di ricerca in corsi di studio attinenti alla materia, già selezionati con apposito bando.

Il programma della Field School, comprende una parte teorica dedicata allo studio del contesto mediterraneo entro il quale nasce la produzione pittorica ellenistica, ed una seconda, pratica, dedicata al recupero e alla lavorazione di alcuni contesti archeologici agrigentini.

La parte teorica, si avvarrà della partecipazione di illustri docenti: M Tsimbidou-Avloniti ( Department of Archeological Sites, Monuments and Research – Athens), A. Pontrandolfo ( Università di Salerno), E.C Portale (Università di Palermo), D. D’Auria ( Università “L’Orientale “ di Napoli), M.C. Parello, M.S. Rizzo, V. Caminneci ( Parco archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi), G. Lepore, E. Giorgi ( Università di Bologna), quella pratica, che durerà 3 settimane, sarà finalizzata al recupero di intonaci crollati, al consolidamento di quelli ancora in situ, nonché alla documentazione di un nucleo di pitture già prelevate da questo settore, negli scavi degli anni Cinquanta del Novecento.

Le attività si svilupperanno all’interno di 3 gruppi di lavoro, ciascuno composto da 6 o 7 studenti che si alterneranno nell’ambito degli stessi e che dovranno agire in contemporanea sul cantiere, ognuno supportato da due tutores.

Domani pomeriggio alle ore 19.00 a Casa Barbadoro, è previsto il saluto agli studenti partecipanti, con un cocktail di benvenuto, al quale sono invitate le redazioni giornalistiche in indirizzo, che potranno, in quella sede, approfondire un argomento che si conferma come un importante momento di studio e ricerca per l’intera comunità.