“Non possiamo lasciarli soli”: prima vittoria per 25 docenti-mamme

Prima importante vittoria con la petizione “Non possiamo lasciarli soli”.

Le docenti-mamme di figli disabili gravi, residenti nella provincia di Agrigento ma titolari fuori provincia, hanno appena ricevuto l’assegnazione provvisoria su progetto nel comune di residenza del figlio da assistere.

Un gruppo di 25 insegnanti sarà impiegato in scuole del territorio con il progetto pilota “La corresponsabilità educativa scuola-famiglia come risorsa per la realizzazione dei progetti di vita delle studentesse e degli studenti con disabilità”.

A luglio, la delegazione di madri e padri di Agrigento, insieme ai propri figli disabili gravi, hanno incontrato a Roma i sottosegretari alla Famiglia e Disabilità e all’Istruzione. Questi genitori attendevano da anni una sede di lavoro vicina alla famiglia per assistere i figli non autosufficienti.

Tuttavia, il progetto pilota risolve solo temporaneamente il problema di conciliare il lavoro con l’assistenza. Si tratta di una difficoltà che riguarda molte famiglie in tutto il Paese.

I due ministeri hanno promesso di trovare una soluzione definitiva – con una riforma legislativa – a questa situazione, che in molti casi costringe i genitori a scegliere tra la cura della famiglia e il lavoro.