Nelle ultime ore, nel centro di Favara, una pattuglia dei Carabinieri del locale Comando Tenenza impegnata in un ordinario servizio di prevenzione, ha notato un giovane a bordo di un’auto, subito dopo aver effettuato delle manovre anomale, come per eludere un possibile controllo. E’ scattato così un pedinamento e dopo qualche minuto i militari dell’Arma hanno imposto l’Alt al giovane.

Il fermato, nell’immediatezza, non ha opposto resistenza ma con un gesto repentino si è disfatto di un piccolo involucro che nascondeva tra le proprie gambe. La circostanza però non è sfuggita ai Carabinieri che hanno subito recuperato quanto era stato gettato a terra. Nel corso del successivo controllo, l’involucro è risultato contenere circa 10 grammi di “Cocaina”.

Dai primi accertamenti, la sostanza stupefacente sequestrata, è risultata di ottima qualità ed avrebbe potuto fruttare, se rivenduta al dettaglio, alcune centinaia di euro. Per il giovane favarese, Nobile Emilio, 23 enne, sono pertanto scattate le manette ai polsi con l’accusa di “Detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti” e su disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento, è stato ristretto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.