Alla scoperta dei bulbi da fiore

Trasformare piccoli angoli della propria casa in dei giardini in miniatura è una sfida possibile grazie al giardinaggio, uno degli hobby preferiti dagli amanti del fai da te. Quest’attività porta via del tempo e delle energie soprattutto all’inizio se ad esempio si vuole rimettere a nuovo il proprio giardino oppure cominciare da zero ma alla fine del percorso le soddisfazioni che regala non sono affatto poche o da sottovalutare. Il giardinaggio è un’attività consigliata per chi ha del tempo libero oppure vuole ritagliarsi dei momenti per sé stesso stando a stretto contatto con la natura. Di fatti stando con le mani nella terra e tra il verde di piante e piccoli alberi si entra proprio in contatto diretto con l’ambiente. Anche grazie a questo può essere definito un hobby terapeutico e anti stress. Se poi una persona ha creatività da vendere le idee per abbellire i propri spazi sono infinite e possono essere sfruttate anche tecniche come il riciclaggio di vecchi oggetti in disuso, il decoupage o la pittura per rendere gli ambienti ancora più originali e personalizzati. Per ottenere un bel risultato bisogna senza dubbio ottimizzare gli spazi al meglio, apportare piccole modifiche dove è necessario e cercare di non esagerare per non rischiare di ottenere un effetto indesiderato.

Bulbi da fiore cosa sono e quanto durano

Per piantare dei fiori vi sono due metodi: con i semi di fiori e con i bulbi da fiore. Con questi ultimi, generalmente ci si riferisce a tutte quelle specie vegetali che comprendono i bulbi, i corni, i rizomi, le radici tuberose e i tuberi. Questa generalizzazione però non è del tutto corretta perché questi elementi si differenziano tra di loro e non vanno confusi. I bulbi da fiore, per esempio, contengono al loro interno tutto ciò che la pianta necessita per la sua crescita e per sbocciare. Al centro della base vi sono le foglie necessarie a proteggere l’embrione del fiore che molto spesso a guardarlo sembra già un fiore vero e proprio. Queste foglie, che si chiamano squame, contengono al loro interno il nutrimento che serve al bulbo per sbocciare. All’apice della base vi è l’embrione mentre nella parte inferiore ci sono le radici. Infine vi è la tunica che è l’involucro che copre e protegge le foglie. Gli esempi di bulbi più conosciuti sono quelli del tulipano, del narciso e dei giacinti.

Quanto durano i bulbi da fiore? Una volta acquistati sarebbe consigliato piantarli subito per non intaccarli o danneggiarli anche se in realtà se conservati in luoghi abbastanza bui ed asciutti possono durare per brevi periodi di tempo. Informazioni più dettagliate circa la durata dei bulbi da fiore possono essere reperite leggendo il seguente articolo: https://www.florablom.com/it/bulbi-da-fiore/

Come conservare i bulbi da fiore

Una volta che i fiori nati dai bulbi sfioriscono è possibile anche conservare questi ultimi per poi ripiantarli l’anno successivo. Prima di acquistare i bulbi è consigliabile fare attenzione a sceglierli ben sodi, senza muffe e ammaccature così non subiranno danni in seguito e non avranno nessun tipo di problema nella fioritura. Per conservarli in teoria si potrebbe anche lasciarli dove sono stati piantati inizialmente. Questa opzione però è sconsigliabile se si vive in luoghi freddi e sottoposti ad inverni rigidi oppure al periodo delle gelate. Per questo motivo vi è anche un altro metodo per la conservazione: dopo la sfioritura si estraggono i bulbi dal terreno, si puliscono da eventuale terra e residui vari e vanno conservati in un contenitore, in delle cassettine di legno oppure in dei sacchetti traspiranti. I bulbi ammuffiti o rovinati vanno scartati a priori mentre per quelli sani è meglio raggrupparli tra piccoli e più maturi. Infine i bulbi da fiore possono essere conservati in un luogo asciutto, ben areato e che non superi la temperatura di 17/18 gradi fino all’anno successivo.

Bulbi da fiore quando piantarli

Il periodo migliore per piantare i bulbi a fioritura primaverile è l’autunno: dal mese di ottobre fino a fine novembre e al massimo i primi giorni di dicembre. Tra questa tipologia vi sono i bulbi di tulipano che fioriscono generalmente tra marzo e aprile. Invece se abbiamo dei bulbi a fioritura estiva il periodo perfetto per piantarli va da marzo a maggio. I bulbi vanno piantati ad una profondità di almeno 10 cm e con una distanza tra uno e l’altro di 12 cm circa.