Licata, ricercato per evasione si nascondeva nell’armadio: arrestato

Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato di Licata ha tratto in arresto Gabriele Calderaro, licatese, classe 1982, resosi responsabile del reato di evasione dalla misura cautelare degli arresti domiciliari e dalla misura alternativa della detenzione domiciliare cui era sottoposto nell’ambito di altrettanti procedimenti penali a suco carico.

L’uomo, resosi irreperibile dal 14 aprile scorso, era ricercato da qualche giorno dalle forze di polizia cittadine.

All’esito di un prolungato servizio di osservazione condotto dal personale del Commissariato di P.S. di Licata in prossimità dell’abitazione di Calderaro, nella serata di ieri gli agenti hanno effettuato un controllo all’interno dell’immobile. Nella circostanza, sebbene nell’immediatezza non vi era traccia del soggetto, i poliziotti hanno notato su un arredo la presenza di un telefono cellulare attivo con la connessione relativa ad un’applicazione ancora aperta. Pertanto, avendo fondati sospetti di ritenere che l’uomo si nascondesse, comunque, all’interno dell’abitazione hanno approfondito le verifiche, procedendo ad un’accurata perquisizione domiciliare all’esito della quale Calderaro è stato rintracciato nascosto all’interno di un armadio. Dopo le formalità di rito, lo stesso è stato condotto presso la casa circondariale di Agrigento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.