San Biagio Platani festeggia i 100 anni del “soldato” Ignazio Bonanno

San Biagio Platani ha festeggiato i 100 anni di Ignazio Bonanno che combattè sul fronte africano durante la seconda guerra mondiale.

Nato l’8 aprile 1918 a San Biagio Platani, il 4 aprile del 1939 venne chiamato alle armi in seguito all’entrata in guerra dell’Italia nel secondo conflitto mondiale e arruolato nel 6 gruppo mitraglieri Aosta di Pinerolo con il ruolo di attendente nella cavalleria.

Successivamente partì per la campagna della Libia, imbarcato a Napoli e sbarcato a Tripoli 5 giugno del 1940. Fatto prigioniero in Libia dagli Americani il 24 Marzo del 1943, venne deportato a Camp Atterboury nello stato dell’Indiana USA fino al 28 dicembre del 1945.

In occasione del centenario gli sono state conferite due medaglie: una al merito di guerra e una medaglia commemorativa del periodo bellico 40-43. Inoltre lo stesso risulta encomiato per avere combattuto in prima linea sul fronte di Tobruk (Africa) con la relativa motivazione.

Particolarmente emozionante la consegna da parte di un Ufficiale superiore dell’Esercito Italiano di una lettera scritta da lui stesso nel lontano 1944.

La lettera, indirizzata ai suoi genitori non venne mai recapitata (lo credettero morto dopo sette anni senza sue notizie),  informava sul suo stato di salute e l’indirizzo del campo di prigionia.

Alla cerimonia hanno partecipato numerose cariche civili militari, religiose e l’associazione combattenti e reduci di Agrigento e Ragusa.

Per la buona riuscita della festa ha collaborato la BCC di San Biagio Platani.